LE FOTO" /> LE FOTO"> Che caos per De Gregori
Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 29 aprile 2017

Pubblicato: 26/08/2016

Che caos per De Gregori

Trentamila persone ad Agira per il concerto del cantautore di "Titanic" e "Buonanotte fiorellino". LE FOTO

AGIRA (ENNA) - Di solito arriva la stessa cifra: ventimila. Sono sempre in tanti a vedere i concerti gratuiti al Sicilia Outlet Village di Agira. Stavolta pare che fossero addirittura in trentamila per Francesco De Gregori. Fin dalla mattina l’atmosfera era quella di un evento eccezionale, poi quando di sera il cantautore è salito sul palco si è materializzato il record di presenze per ascoltare e cantare all’unisono “Alice”, “Titanic” “Rimmel”, “La donna cannone”, capolavori simbolo della musica italiana d’autore.



Ben 23 canzoni in scaletta per un concerto di oltre due ore: ieri sera De Gregori, uomo schivo ma evidentemente a suo agio nei centri commerciali, si è concesso a un pubblico trasversale: adulti di diverse età, giovani, giovanissimi, e perfino bambini, hanno intonato i testi di brani cult come “Generale”.



Nel cuore dell’esibizione è arrivato l’atteso omaggio di devozione a Bob Dylan, che ha ispirato l’ultimo disco dell’artista “Amore e furto”, titolo che dà il nome anche al tour. Tre le tracce tratte dall’album: Un angioletto come te (Sweetheart like you), Servire qualcuno (Gotta serve somebody), Come il giorno (I shall be released). A seguire un’altra escalation tra i 40 anni di musica fino allo speciale saluto finale al pubblico con “Buonanotte fiorellino”.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.