Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 24 novembre 2017

Nelle zone colpite mezzi e volontari da Catania e Ragusa


Terremoto: primi volontari e mezzi Fir da Catania ad Amatrice
Partiti ieri, sono arrivati stamattina nella zona del sisma. L'assessore Villari, "Le associazioni di volontariato pronte a far affluire nella zona gli altri aiuti". Partenze anche da Ragusa. Il presidente del Volsi Carnazzo, "Attivata la Sala operativa remota per gestire le attività delle associazioni in vista di eventuali nuove partenze"

CATANIA - I primi volontari e mezzi del coordinamento Fir - la Forza di intervento rapido dei volontari di Protezione civile - partiti ieri sera dalla sede ospitata nella Casa del volontariato di Librino istituita dal Comune, hanno raggiunto stamane le zone del Centro Italia colpite dal terremoto.

Si tratta di un camion della Confraternita Misericordia di Pedara adibito al trasporto di materiale con a bordo sei volontari: due autisti e quattro specializzati nel montaggio delle tende dell'associazione Pantere verdi di Catania. Dalla provincia di Ragusa sono partite inoltre due unità cinofile dell'Avcm (Associazione volontari città di Modica). I volontari siciliani opereranno ad Amatrice, Accumoli e Arquata.

"Il coordinamento Fir - ha detto Santo Carnazzo, presidente del Volsi (Federazione dei coordinamenti di volontariato siciliano) - agisce sotto l'egida del Dipartimento regionale di Protezione civile e di concerto con il livello nazionale. La Forza di intervento rapido ha inoltre attivato la Sala operativa remota per gestire le attività delle associazioni in vista di eventuali nuove partenze verso le aree terremotate".

"Le associazioni di volontariato - ha sottolineato l'assessore al Welfare Angelo Villari - di Catania, della Città metropolitana e del Distretto del Sud est, così come ha sottolineato ieri il sindaco Enzo Bianco, stanno facendo il proprio dovere. E, come Amministrazione, forniamo loro tutto il supporto di cui hanno bisogno. Siamo in prima linea, tanto che, sul posto si trova già da ieri il responsabile dei volontari della Protezione civile comunale e siamo pronti a far affluire nella zona gli altri aiuti".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.