Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 19 febbraio 2017

Ragusa, un orto per i pazienti psichiatrici

Nuccio Sciacca / 
Progetto di agricoltura sociale dell’Asp con attività socio-riabilitative

Siglato il protocollo d’intesa tra l’Uoc di Psichiatria di Modica dell’Azienda Sanitaria di Ragusa, il Comune di Modica, l’Associazione di volontariato "Ci SiamoAnche Noi" e il Circolo Legambiente "Melograno" di Modica, per l’istituzione di un "Orto Urbano".

Il progetto, pioneristico in Sicilia, rappresenta l’evoluzione dei laboratori riabilitativi "agricoli" realizzati per i pazienti, negli anni scorsi, dal Centro Diurno dell’Uoc di Psichiatria di Modica. Il contatto con la natura, il rispetto dei suoi tempi, la gratificazione del veder crescere i prodotti, la soddisfazione di una retribuzione economica e insieme l’acquisizione di competenze spazio-temporali, relazionali e lavorative, sono stati un esempio di riabilitazione psichiatrica efficace, fuori dai luoghi di cura tradizionali, nel territorio.

Ma anche un’opportunità lavorativa protetta per il reinserimento produttivo nella società civile; uno strumento formidabile di cura con tutta una serie di effetti positivi sul benessere dei pazienti, delle loro famiglie e sull’intero sistema sanitario, a cominciare dalla riduzione dei ricoveri.

L’esemplarità dell’esperienza sta nell’aver coniugato le competenze personali e lavorative pregresse dei pazienti - l’offerta - con il bisogno dei 
consumatori che sempre più spesso cercano prodotti orticoli genuini e naturali - la domanda. Il comune di Modica ha ceduto, in comodato d’uso gratuito, un piccolo fondo agricolo in territorio urbano, peraltro adiacente al Servizio di Psichiatria, il Circolo Legambiente "Melograno" di Modica supporta l’iniziativa con le competenze tecniche e organizzative dei suoi soci, l’associazione di volontariato "Ci Siamo Anche Noi", formata da pazienti e familiari, gestisce le attività orticole con la supervisione e il coordinamento dell’Uoc di Psichiatria.

Inoltre l’azienda ortovivaistica "Ecofaber" sponsorizza l’iniziativa offrendo le piante, prodotti biologici di altissima qualità. Un’area cittadina, inutilizzata e improduttiva, che si riqualifica con attività agricole, creando nuove azioni di utilità sociale, di integrazione e di reinserimento lavorativo per soggetti in difficoltà, nonché attività di promozione culturale e di educazione ambientale rivolte non solo ai partecipanti al progetto, ma anche ai residenti del quartiere e a tutti i cittadini che vorranno condividerne gli obiettivi.

L’Orto, grazie al supporto volontaristico di professionisti disponili, sarà realizzato secondo un progetto di architettura del verde e sarà coltivato con sistemi di concimazione naturale; i prodotti orticoli realizzati saranno ceduti nei Gas – Gruppi di Acquisto Solidale - cittadini.






Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.