Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 29 aprile 2017

Pubblicato: 25/07/2016

A Taormina il fantasma riccioluto

Emanuele Grosso / 
Parte Whole lotta love dei Led Zeppelin e la folla addormentata del Teatro antico impazzisce per Robert Plant: ma il concerto è già finito

Il fantasma della più sensazionale voce del rock si aggirava ieri tra le rovine del più sbalorditivo teatro siciliano. Una gigantesca ombra riccioluta stampata sui dieci metri di parete di un autentico muro greco. Uno spettacolo incredibile. Eppure i quasi cinquemila di Taormina non erano felici, se si eccettuano gli entusiasti-a-prescindere delle prime file.
 
Robert Plant in Sicilia, cavolo, e tutti lì mummificati, assopiti, repressi. Anzi no, un momento, parte il ta-tà ta-ta-tà di Whole lotta love e il pubblico impazzisce. Ci sono solo due piccolissimi dettagli: sono già passati 64 minuti di concerto ed è l'ultima canzone prima di un paio di bis preceduti da un "arrivederci" alla Stallio e Ollio, sia pur pronunciato dall'ugola più orgasmica della storia.
 
Ma benedetto Roberto Pianta, come diavolo ti viene in mente di sprecare la poderosa energia di migliaia di persone anagraficamente così diverse che non aspettano altro che un tuo cenno per scatenare l'inferno? Proprio perché a quasi 68 anni la voce è andata, in uno spettacolo così striminzito come puoi pensare di tenere per te Kashmir, Since I've been loving you, Immigrant song, Starway to heaven e tutte le altre meraviglie dei Led Zeppelin che non hai cantato?
 
I pochissimi pezzi storici, ovviamente riarrangiati per i suoi musicisti ma soprattutto in funzione dei suoi limiti, arrivano tardi, quando il repertorio da solista ha già intorpidito il pubblico. A qualcuno piacciono le cougar, ma di solito è una perversione per pochi.





Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.