Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 21 novembre 2017

"Sul bilancio abbiamo fatto un'operazione verità"


PALERMO - "Non credo che servisse a nessuno, e soprattutto non serviva ai siciliani, fare dei bilanci falsi. Noi abbiamo fatto un'operazione verità nell'ambito della quale abbiamo scoperto entrate fittizie, ma anche impegni di spesa che non avevano più senso e che sono stati tagliati". È quanto ha detto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, a margine del giudizio di parificazione del Rendiconto generale della Regione siciliana per l'esercizio finanziario 2015.

"La Corte dei conti - ha aggiunto il governatore - tiene conto dei risultati positivi di crescita dell'economia e dell'azione di chiarezza fatta sui residui attivi e passivi. È chiaro che nel momento in cui si fa chiarezza sui residui si scopre anche che l'indebitamento aumenta, non perché abbiamo incrementato i debiti ma solo perché li scopriamo".

"Noi abbiamo ritenuto giusto - ha concluso Crocetta - che i debiti del passato si pagassero attraverso l'attività dei mutui. Mi sembra un'operazione di chiarezza e di messa a posto dei conti, che viene riconosciuta dalla Corte dei conti".

Sul personale il governatore spiega: "Abbiamo ridotto di un terzo la pianta organica della Regione, un provvedimento che abbiamo voluto con forza. Gli effetti positivi dei provvedimenti presi nel 2015 si sono manifestati non in quello stesso anno ma nella prima metà del 2016".

La Corte ha riconosciuto anche il lavoro della Regione. "C'è stato un incremento del Pil - ha aggiunto Crocetta - e dell'occupazione soprattutto nel settore dell'agroalimentare e del turismo e anche un aumento della fatturazione delle entrate, che dipende dal fatto che abbiamo intensificato la spesa dei fondi europei".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.