Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 23 giugno 2017

Più occupati, report la mette in poesia
"E la Sicilia uscì a riveder le stelle"

Analisi Diste: "Incremento di 31.000 posti di lavoro, finalmente una crescita nell'Isola"

PALERMO - Finalmente l'economia siciliana presenta alcuni aspetti positivi tanto che il 45° Report Sicilia si intitola significativamente "E quindi uscimmo a riveder le stelle". L'analisi previsionale dell'economia siciliana, realizzata da Diste Consulting per Fondazione Curella, è stata illustrata oggi, nel salone delle conferenze dell'Associazione siciliana della stampa, a Palermo.

Gli elementi positivi, per lo più dovuti a interventi extra regionali ed alla situazione internazionale particolarmente favorevole, hanno portato a una crescita dell'economia non eccezionale ma interessante. Il jobs- act del governo Renzi, facilitando l'ingresso nel mercato del lavoro di giovani e adulti, ha portato a un rilevante incremento dell'occupazione oggi stimato in oltre 31 mila unità.

L'altro elemento che ha contributo positivamente è l'ottimo andamento dell'agricoltura e della filiera agricola che comincia a dare risultati interessanti nel comparto del vino, dell'olio e dei formaggi. Nel turismo si ha avuto un notevole incremento non ancora quantificato, probabilmente dovuto alla situazione nella sponda Sud del Mediterraneo (Egitto, Libia, Tunisia).

Un notevole contributo deve averlo dato anche l'utilizzo dei fondi comunitari, dovuto alla chiusura della programmazione ultima. Pertanto la previsione Diste consulting per l'anno 2015 è dello 0,6% con possibilità che il dato consuntivo possa anche essere superiore. Un recupero non attribuibile all'andamento delle esportazioni che invece hanno subìto andamenti non particolarmente positivi. Peraltro, poiché l'economia siciliana aveva avuto un calo dal 2008 al 2015 particolarmente significativo, anche il recupero è stato di buone dimensioni come quello di tutto il Mezzogiorno.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.