Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 27 marzo 2017

Pubblicato: 27/06/2016

Cafiso show a Vittoria

Lo show del sassofonista ha chiuso la nona edizione della rassegna jazz che lui stesso dirige

VITTORIA (RAGUSA) - Una festa collettiva ieri sera per la chiusura della nona edizione del Vittoria Jazz Festival grazie al concerto di Francesco Cafiso, il giovane sassofonista che è anche il direttore artistico della manifestazione.

Cafiso per il finale ha regalato alla sua città il progetto musicale "20 cent per Note" che è un inno al jazz e alla bella musica. Ma è anche un viaggio intimo nelle sue diverse anime musicale. Perché se il jazz è contaminazione e, dunque, conoscenza, non può che essere il perfetto equilibrio di "mille note".

Un baricentro perfetto che consacra Cafiso anche "direttore" di una magnifica band dove i"fiati" lo seguono a ruota in un dialogo che manda in visibilio il pubblico. Dividono la scena con il sax, ma anche il flauto, di Cafiso, la tromba e il filicorno di David Pastor e Alessandro Presti, il trombone di Humberto Amésquit, il sax soprano e il clarinetto di Rino Cirinnà, il sax baritono e il clarinetto basso di Sebastiano Ragusa, il piano di Mauro Schiavone, il basso di Pietro Ciancaglini e la batteria da Adam Pache.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.