Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 21 luglio 2017

Pubblicato: 22/06/2016

Lukoil valuta l'addio all'Europa

Salta la cessione di Versalis a Priolo, il colosso russo pronto a vendere le raffinerie

PALERMO - Salta la cessione di Versalis a Priolo e Lukoil medita di lasciare l'Europa. La più grande società petrolifera privata russa con impianti di raffinazione nell' area industriale di Priolo, dove impegna oltre mille dipendenti, starebbe valutando l'ipotesi di vendere le sue raffinerie presenti tra Bulgaria, Romania e Paesi Bassi, proprio mentre è saltata la trattativa avviata da mesi per la cessione di Versalis, il ramo chimico di Eni, al fondo di investimento americano Sk Capital, scrive oggi il Giornale di Sicilia.

Un'operazione che riguarda l' impianto di Priolo con 500 dipendenti diretti ed altrettanti dell' indotto, oltre al completamento del piano di investimenti da 400 milioni di euro per la riconversione produttiva dalla chimica di base alla realizzazione di elastomeri e resine. La decisione di porre fine alla trattativa è derivata dall' impossibilità di trovare un accordo su alcuni dei punti fissati, ed in particolare su quella che doveva essere la futura governance della società.

Su Lukoil l'indiscrezione è stata confermata dal presidente del colosso russo della raffinazione, Vagit Alekperov, a margine del Forum economico di San Pietroburgo, dove ha spiegato che la concentrazione del gruppo è rivolta principalmente sull' esplorazione, lo sviluppo di giacimenti di petrolio e gas.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.