Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 20 ottobre 2017

Pubblicato: 07/06/2016

Le star di Taormina

Il programma del FilmFest: Richard Gere presidente onorario, incontri con Keitel, Sarandon, Stone, Renner e Iain Glen

ROMA - Susan Sarandon, Marco Bellocchio, Rebecca Hall, Harvey Keitel, Thierry Frémaux, Oliver Stone e Jeremy Renner, questo solo per quanto riguarda le TaoClass. E poi ancora Francesco Munzi e Marcello Foti, Sabrina Impacciatore, Noemi, Salvatore Esposito, Fabrizio Gifuni, Claudio Santamaria, Gabriele Mainetti, Geppi Cucciari Marco Giallini e Matilda De Angelis Iain Glen de 'Il trono di Spade' per la sezione Campus Si presenta così il 62/mo TaorminaFilmFest (11-18 giugno), presentato stamani a Roma e che avrà presidente onorario di giura Richard Gere.

Ventuno i paesi rappresentati nei film in programma (tra cui Finlandia, Albania, Cina e Nuova Zelanda), oltre 100 titoli presenti tra anteprime, grandi film al Teatro Antico, cortometraggi, documentari per un budget complessivo di circa 2 mln di Euro (800mila vengono dai servizi prestati dagli sponsor). Questi alcuni numeri della 62esima edizione del TaorminaFilmFest prodotto e organizzato da Agnus Dei di Tiziana Rocca, General Manager del TFF con Chiara Nicoletti e Jacopo Mosca co-direttori del comitato artistico. Insomma anche per questa edizione si rinnova il miracolo, tante star e film con un piccolo budget. Tra gli eventi di questa edizione l'11 giugno, durante la serata inaugurale protagonisti al Teatro Antico, dove verrà proiettato Gli invisibili di Oren Moverman con Richard Gere, oltre 300 senzatetto provenienti da tutta la Sicilia.

Il ricavato andrà a favore della fio.Psd (Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora) per il progetto del Network Housing First Italia e la campagna #HomelessZero. Nello stesso giorno, il pomeriggio alle 16, si terrà una conferenza stampa promossa dal Ministero delle Politiche Sociali e dalla fio.PSD durante la quale sarà lanciata la campagna #HomelessZero e firmato un protocollo d'intesa tra il Ministero e la fio.PSD. Interverranno il ministro Giuliano Poletti e il Presidente della fio.PSD Cristina Avonto. Film d'apertura, fuori concorso, Alla ricerca di Dory, poi ci sarà The Meddler di Lorene Scafaria, gli uccellini di Angry Birds - Il Film di Clay Kaytis e Fergal Reilly (in sala dal 15 giugno con la Warner Bros. A Taormina ci sarà Chiara Francini che presta la voce a Matilda.

In 'C'è sempre un perché' di Dario Baldi, Maria Grazia Cucinotta cerca invece di costruirsi una famiglia con il suo fidanzato, gestendo contemporaneamente il suo ristorante. Due nuclei familiari sono invece al centro di The Conjuring - Il caso Endfield di James Wan. Chiude il grande cinema al Teatro Antico I.T. di John Moore. Torna poi, in questa 62/ma edizione, il Concorso Internazionale, TAO62, con la Giuria Speciale di Giovani, grazie ad Anec Sicilia, presieduta da Monica Guerritore e da Claudio Masenza, che voterà il miglior film presente al Festival. Ad aprire la competizione Tutti vogliono qualcosa (Usa, 2016) di Richard Linklater (in sala con Notorius il 16 giugno). Seguiranno, tra gli altri, L'attesa di Roland Sejko, distribuito dal Luce; i giovani cantanti palestinesi di Junction 48 di Udi Aloni con Tamer Nafar e Samar Qupty (TaoEdu Young) e sull'altro fronte 3000 Nights di Mai Masri con Maisa Abd Elhadi, (TaoEdu Young).

Tra gli eventi più attesi di questa edizione Olivier Stone che presentera Ukraine on Fire di Igor Lopatonok, film-documentario di cui è coproduttore e autore delle interviste. Attraverso queste realizzate dal regista al presidente della Russia Vladimir Putin, all'ex presidente Viktor Yanukovich, all'ex ministro degli Interni Vitaliy Zakharchenko, si toccano i temi caldi e i punti di svolta del conflitto. Infine, madrina della serata di apertura del Festival di Taormina sarà Bianca Balti, mentre toccherà a Rocío Muñoz Morales la serata di chiusura.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.