Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 27 marzo 2017

Pubblicato: 23/05/2016

Il genoano e il contatto Avellino-clan


NAPOLI - Il clan Vinella Grassi si è avvicinato all'Avellino Calcio in quanto nella squadra irpina ha militato un calciatore, ora in Serie A, nipote del fondatore dello stesso sodalizio camorristico dei "Vinella Grassi". La ricostruzione è del procuratore aggiunto di Napoli Filippo Beatrice, coordinatore della Dda, che ha illustrato l'operazione che ha portato oggi all'esecuzione da parte dei carabinieri di dieci misure cautelari.

Il calciatore nipote del boss al quale fanno riferimento i magistrati - a quanto si apprende - è Armando Izzo, attualmente nel Genoa, che negli anni scorsi ha militato nell'Avellino. Nell'inchiesta Izzo è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e frode sportiva.

Antonio Accurso, il boss pentito del clan di camorra "Vinella Grassi", fu arrestato nel 2014 dai Carabinieri insieme con altri affiliati nell'ambito delle indagini su un duplice omicidio, proprio mentre festeggiava, con i suoi amici, le ricche vincite da intascare in seguito alla vittoria dell'Avellino sulla Reggina, partita che secondo gli inquirenti sarebbe stata oggetto di combine.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.