Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 19 febbraio 2017

Termini Imerese, nuovo reparto di ortopedia

Nuccio Sciacca / 
All’ospedale Cimino previsti anche 4 milioni di euro per l’area delle emergenze

Cambia volto l’ospedale Cimino di Termini Imerese: a maggio del 2014 l’attivazione del nuovo reparto di Ginecologia e Ostetricia, nello scorso mese di ottobre la ristrutturazione della Medicina, oggi la riqualificazione dell’Ortopedia. 

Tutti interventi che culmineranno nei prossimi mesi con l’attivazione della nuova Area di Emergenza. L’investimento complessivo dell’Asp di Palermo è stato di tre milioni e mezzo di euro, dei quali 575 mila per la sola Ortopedia attivata alla presenza, tra gli altri, del governatore Rosario Crocetta e del Direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale, Antonio Candela.

“L’Ospedale Cimino ha un’importanza strategica nella nostra organizzazione – ha sottolineato Candela – l’obiettivo è di trasformarlo in un vero e proprio punto di riferimento di un vasto comprensorio”.

I lavori nel reparto di Ortopedia sono durati sei mesi e hanno consentito di adeguare la struttura ai più moderni standard di efficacia ed efficienza: le opere hanno portato a un diversa e più funzionale distribuzione degli spazi, rifacimento degli impianti e dei servizi igienici e il rinnovo totale di tutti gli arredi e dei letti di degenza. Nel reparto, dotato di 12 posti letto per acuti e 2 di Day Surgery, lavorano 4 medici, 17 infermieri, 2 terapisti della riabilitazione, oltre al Primario, Giuseppe Petta.

“Negli ultimi due anni – ha sottolineato Petta – sono stati effettuati 510 interventi chirurgici, mentre nel solo 2015 sono state 6.500 le prestazioni ambulatoriali. Nell’80% dei casi, gli interventi chirurgici dell’anca vengono effettuati entro due giorni dell’ingresso del paziente in reparto”.

Proseguono, intanto, a ritmo serrato i lavori nell’Area di Emergenza. Le opere consentiranno di dotare l’ospedale di un Pronto Soccorso all’avanguardia. “Ma non ci fermiamo – ha detto il manager dell’Asp – le prossime tappe sono già pianificate e prevedono un investimento di 2,5 milioni per il nuovo complesso operatorio e di 1,4 per il blocco sala operatoria-sala parto dell’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia, i cui lavori inizieranno il prossimo mese”.






Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.