Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 26 maggio 2017

Esplosioni in aeroporto e in metro: 26 morti e 130 feriti

Esplosioni nell'aeroporto di Zaventem e nella metropolitana di Maalbeek, a pochi passi dalla commissione europea. Morti e feriti, il numero Ŕ ancora imprecisato
bruxelles attentato

Dopo la strage di Parigi del 13 novembre scorso l'attacco oggi a Bruxelles con diverse esplosioni in città e la stessa tecnica di colpire in punti nevralgici per seminare il terrore. Il tutto, tre giorni dopo l'arresto di Salah Abdeslam, del principale ricercato per gli attentati in Francia

È di 26 morti e oltre 130 feriti il bilancio provvisorio degli attacchi terroristici, rivendicati dall'Isis, che hanno scosso oggi la capitale belga: un dato definitivo ufficiale non c'é ancora, ma le due esplosioni all'aeroporto Zaventem e quella nella metropolitana di Maalbeek - a due passi dalla sede della Commissione europea - hanno fatto scattare il massimo livello di allerta nel cuore dell'Europa e indotto le autorità a rafforzare le misure di sicurezza negli aeroporti delle principali capitali del mondo, incluso quello di Fiumicino.

Il ministro belga della Sanità, Maggie de Block, ha detto che all'aeroporto sono rimaste uccise 11 persone e ferite 81. Mentre per quanto riguarda la metro Malbeek, la società dei trasporti della città (Stib) ha detto che ci sono 15 morti e 55 feriti. Per il momento gli attentati non sono stati rivendicati, ma il procuratore federale Frederic Van Leeuw ha definito le tre esplosioni "attacchi terroristici", confermando almeno un kamikaze all'aeroporto di Zaventem.

Da parte loro, online molti sostenitori dell'Isis già festeggiano, riferisce la Bbc, aggiungendo che molti di loro stanno utilizzando l'hashtag in arabo #Brusselsonfire, simile al #Parisonfire utilizzato dopo gli attacchi dello Stato islamico a Parigi del 13 novembre. "Con gli attacchi di Bruxelles è stata colpita tutta l'Europa", ha detto il presidente francese, Francois Hollande. "I ripugnanti attentati di Bruxelles ci spingono a restare uniti: solidarietà con le vittime e fermezza contro i terroristi": é stato il messaggio del portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, pubblicato su Twitter.

"Sono scioccato e preoccupato per gli eventi di Bruxelles. Faremo tutto ciò che possiamo per aiutare", ha affermato il premier britannico David Cameron in un tweet. Il governo britannico ha rafforzato la presenza della polizia nel Paese, ha annunciato Mark Rowley, il capo dell'anti-terrorismo di Scotland Yard. In particolare saranno presidiati con più agenti gli obiettivi sensibili a Londra, come metropolitana ed aeroporti. L'allerta anti-terrorismo resta al livello "grave", dove si trova dall'agosto 2014, con un attentato "altamente probabile".

Le due cariche esplosive all'aeroporto si trovavano ai banchi accettazione dell'American Airlines e vicino al bar della catena Starbucks: la hall delle partenze é stata completamente devastata. Scene di panico fra i passeggeri, che subito sono stati evacuati dallo scalo, che è stato chiuso. Testimoni riferiscono di migliaia di persone che per ragioni di sicurezza sono state fatte evacuare sulla pista. Altri raccontano inoltre di aver sentito degli spari prima delle esplosioni e di aver udito delle grida in arabo. Secondo i media belgi, all'interno dello scalo è stata trovata anche una bomba inesplosa.

"L'obiettivo del terrorismo fondamentalista è la cultura di libertà e democrazia" aggiunge il Presidente della Repubblica Mattarella ha espresso con una nota il "cordoglio per le vittime e la più decisa condanna per gli esecrabili atti di violenza". Attivata l'unità di crisi della Farnesina, che raccomanda ai moltissimi connazionali presenti a #Bruxelles (l'hastag del tweet) di evitare gli spostamenti al momento e che possono contattare il MAE al +39-06-36225 per le emergenze. Il numero di emergenza belga 1771 è al collasso per le segnalazioni, il premier belga Michel ha chiesto alla popolazione di non muoversi.

Il ministro degli Esteri Gentiloni ha reso noto che per il momento nessun italiano è coinvolto negli attacchi. Il ministro Alfano ha concocato il comitato nazionale sicurezza pubblica oggi pomeriggio, alle 15, presso il ministero dell'interno per "valutare ulteriori misure di prevenzione e di contrasto alla minaccia terrorista". Sarà presieduto dal premier Matteo Renzi.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.