Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 27 aprile 2017

Pubblicato: 16/03/2016

Giornate Fai, a Catania 8 siti aperti

Sabato e domenica visite ai monumenti per le Giornate di primavera: a fare da Ciceroni oltre 600 studenti

CATANIA - Saranno otto i beni culturali della città di Catania che saranno aperti al pubblico in occasione della XXIV Giornata di Primavera, organizzata dalla delegazione cittadina del Fondo ambiente italiano (Fai), in programma sabato e domenica prossimi.

Dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30, rilasciando un contributo libero, sarà possibile accedere al Teatro Greco-Romano, alle Terme della Rotonda e dell'Indirizzo, al Pozzo di Gammazita, al Conservatorio "Vincenzo Bellini", all'Istituto per Ciechi "Ardizzone Gioeni" e - in esclusiva per i soci Fai - al Palazzo del Toscano e a Casa Mendola, atelier dello scultore Carmelo Mendola, che fu autore della nota fontana dei Malavoglia in Piazza Verga.

Saranno oltre 600 i 'Ciceroni', cioè i giovani studenti che illustreranno ai visitatori gli aspetti storico-artistici dei monumenti. Un contingente, coordinato dalla delegata Scuola Silvana Manzoni, rappresentato da alunni di più di 20 scuole.

"È un appuntamento speciale - ha commentato il capodelegazione Fai Catania Antonella Mandalà - perché è un'occasione per sentirsi parte di una collettività che si riconosce nella cultura e nell'arte del nostro Paese. Apriremo luoghi spesso inaccessibili per coinvolgere il maggior numero possibile di cittadini, affinché partecipino in prima persona alla difesa e alla condivisione delle nostre ricchezze, sempre più minacciate dalla crisi economica e dall'indifferenza".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.