Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 02 dicembre 2016

Pubblicato: 23/02/2016

Nuovo Tondo Gioeni, è già polemica

Catania. La denuncia di Catania bene comune: "Riqualificazione da un milione di euro, uno schiaffo alla povertà da parte di un'amministrazione che non eroga i servizi essenziali"

Un muro monumentale verrà costruito su indicazione dell'Amministrazione Bianco sulla circonvallazione di Catania, proprio in corrispondenza del Tondo Gioeni, a copertura di quella parte di muro rimasta grezza dopo i lavori di abbattimento del ponte.

Tre tipi di pietre diverse comporranno il monumento, ricercate scrupolosamente nelle migliori cave. Una piccola aiuola costeggerà il muro e ospiterà piante ornamentali. Due vasche verranno montate a parete proprio al centro del muro, di fronte la via Etnea, una più grande sotto e una più piccola sopra, a comporre una fontana a cascata. Led colorati illumineranno il tutto con giochi di luce.

Un marciapiede con affaccio sulla circonvallazione di Catania sarà costruito sopra il muro, sulla via Albertone, proprio sotto il Parco Gioeni. Costo dell'opera, ideata dall'Architetto Ugo Mirone, 994mila 800euro. Di questi, 794mila 800euro provengono da un mutuo concesso da Cassa Depositi e Prestiti per la realizzazione di una pista ciclabile e che l'amministrazione ha inteso stornare per realizzare il muro; 200mila provengono direttamente da fondi comunali.

Più volte consiglieri comunali e associazioni hanno chiesto di ripensarci, di destinare quella somma a opere più utili o, quantomeno, a mantenere l'investimento nella pista ciclabile; l'amministrazione Bianco ha tuttavia ignorato critiche e consigli ed è andata avanti.

Adesso, con i provvedimenti del 10 e 12 febbraio 2016 gli uffici tecnici hanno approvato il progetto definitivo e l'ultimo atto da compiere è aprire la gara d'appalto.

"Non rimane che lanciare allora, all'amministrazione comunale - continua la nota di Catania bene comune -  agli Assessori, ai consiglieri comunali, alle associazioni e alle altre forze politiche un ultimo appello: si fermi tutto! Appare uno schiaffo alla povertà, un affronto a chi per anni ha chiesto risorse all'amministrazione per servizi fondamentali senza ricevere neanche un euro, un insulto alle centinaia di famiglie che aspettano dal Comune gli stipendi arretrati, che si spenda un milione di euro per l'abbellimento di un muro, sì, soltanto un muro".

"Sono tante le cose che si potrebbero fare in città con un milione di euro, ben più utili di un muro, e la storia del progetto di “Sistemazione a verde e sistemazione artistico-architettonica della rotatoria del Tondo Gioeni” racconta, tra l'altro, come sia possibile con facilità distrarre le risorse da un capitolo di bilancio e da un progetto e destinarle ad altro (800mila euro provengono da un mutuo contratto per realizzare una pista ciclabile su viale Africa)".

"Si apra un confronto in città su come impiegare queste risorse e rispetto al tondo Gioeni si sistemi il muro, come qualsiasi muro della circonvallazione di Catania - conclude la nota - Se davvero il Sindaco Bianco vuole valorizzare quell'area pensi alla quotidiana cura e manutenzione del Parco Gioeni che, ahinoi, si trova in uno stato inaccettabile di abbandono e al buio...altro che led colorati".

Alla nota polemica di Catania bene comune si è aggiunta anche quella del Movimento 5 stelle di Catania. "La città è ormai sull’orlo del dissesto economico, non ha bisogno di progetti faraonici, utili solo a coltivare il culto dell’immagine di un’amministrazione sorda verso i reali bisogni dei cittadini".

"Bianco e la sua giunta devono fare marcia indietro e trovare una destinazione migliore per quel milione di euro. Nelle condizioni disastrose in cui versa la città, priva dei servizi essenziali, è  il caso di impegnare questa somma spropositata solo per abbellire un muro?".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.