Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 25 settembre 2016

Pubblicato: 23/02/2016

Altri 2 arresti per la morte di Ilaria

Messina. In manette il pusher 31enne che ha venduto la droga alla ragazza e un 40enne ritenuto responsabile anche di violenza sessuale

MESSINA - Altre due persone sono state arrestate dalla Polizia nell'ambito delle indagini sulla morte di Ilaria Boemi, la sedicenne morta a Messina il 10 agosto scorso sul lungomare del "Ringo" dopo avere assunto una sostanza stupefacente di tipo sintetico.

Secondo la ricostruzione degli investigatori, Giuseppe Restuccia, trentunenne messinese, avrebbe venduto la dose di "Mdma", che ha provocato la morte per arresto cardio-circolatorio della giovane. L'altro arrestato è il quarantenne Piero Triscari, ritenuto responsabile anche di violenza sessuale oltreché di cessione di sostanze stupefacenti a minore. Nei mesi scorsi erano state arrestate anche tre ragazze, due minorenni e una maggiorenne, che sarebbero state coinvolte nella cessione della sostanza stupefacente.

Le indagini della Squadra Mobile hanno delineato i contorni della vicenda, ricostruendo le responsabilità delle due persone che stamane sono state raggiunte dall'ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Messina, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica che ha coordinato le attività d'indagine.







Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.