Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 27 agosto 2016

Pubblicato: 15/02/2016

Mascalucia

Disagi per i voli, il giudice di pace condanna la compagnia aerea Vueling a risarcire i passeggeri

MASCALUCIA (CATANIA) - Generiche o infondate cause di forza maggiore non possono essere per una compagnia aerea motivo di giustificazione per la cancellazione di voli o di pesanti ritardi nei collegamenti espletati. Lo ha stabilito il giudice di pace di Mascalucia, Giuseppe Dibilio, che ha condannato la compagnia aerea spagnola low cost Vueling al pagamento a favore di alcuni passeggeri dell'indennizzo previsto dai regolamenti dell'Unione europea.

Nella vicenda, che risale a giugno dello scorso anno, si trovarono anche coinvolti, come passeggeri, due dirigenti della Federconsumatori di Catania: Salvo Nicosia e l'avvocato Daniele Di Grazia. A propria discolpa la Vueling aveva giustificato la sua inadempienza imputandola all'incendio che a Fiumicino aveva comportato la temporanea chiusura del Terminal 3. La compagnia aveva, cioè, invocato a propria giustificazione un fatto avvenuto un mese prima.