Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 25 luglio 2016

Pubblicato: 11/02/2016

Sanremo, tocca ai giovani siciliani

Seconda serata del festival: Bosso e Frassica commuovono il pubblico, Ramazzotti e Kidman superospiti. Stasera in gara tra le nuove proposte Miele e Michael Leonardi

SANREMO - Sanremo, continua la kermesse musicale che sta registrando il boom di ascolti. Oggi la Sicilia torna in primo piano, ma con i giovani. Ad aprire la serata, infatti, altre quattro nuove proposte che si esibiranno in coppia. La nissena Miele con la sua “Mentre Ti Parlo”, sfiderà Francesco Gabbani, mentre il siculo – australiano Michael Leonardi, con il brano “Rinascerai”, sfiderà Mahmood. Per i 20 big oggi sarà la serata delle cover.

Ieri sera gli altri 10 big in gara hanno presentato i loro brani, in testa alla classifica di tappa Clementino, Annalisa, Valerio Scanu e Francesca Michelin. Tra gli ospiti Eros Ramazzotti ha infiammato l'Ariston, sventolando i nastri arcobaleno, Nicole Kidman ha incorniciato il momento "internazionale", ma sono stati il sicilianissimo Nino Frassica e il musicista sulla sedia a rotelle, Ezio Bosso, a far commuovere e riflettere.

Frassica, dopo una parentesi con la sua solita comicità surreale, declama la canzone "A mare si gioca" del suo compaesano Tony Canto. Ezio Bosso, pianista, direttore d'orchestra di fama internazionale seppur sulla sedia a rotelle, incassa la standing ovation del pubblico e dice: "Ricordatevi che la musica, come la vita, si fa in un solo modo: insieme".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.