Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 22 settembre 2017

Pubblicato: 06/02/2016

"La sicurezza è stata garantita"

La questura di Catania: "Solo poche denunce per borseggi, ma nessun incidente durante le celebrazioni"

CATANIA - "Si sono conclusi a Catania senza alcun incidente i festeggiamenti in onore di Sant'Agata, nonostante i tempi difficili per la sicurezza, quando la paura di attentati terroristici avrebbe potuto incidere negativamente sul sereno andamento delle celebrazioni".

E' il bilancio della questura etnea, che nei quattro giorni di festa ha messo in campo oltre mille agenti, dislocati di volta in volta lungo l'itinerario della processione, nelle piazze e in tutti quei luoghi ritenuti sensibili, che hanno vigilato, di giorno e di notte, sui devoti che hanno affollato le strade.

Il questore Marcello Cardona rivolge "un sentito ringraziamento a quei catanesi che, in piazza Duomo, si sono messi pazientemente in fila per attendere di essere controllati al metal detector da poliziotti, uomini e donne, disposti ai varchi con finalità di filtraggio".

Centinaia di migliaia di cittadini, devoti e turisti hanno gremito le vie catanesi e hanno rappresentato l'anima della festa che, oltre alla ricorrenza della patrona di Catania, ha visto la concomitanza del carnevale.

Proprio per questo, allo scopo di prevenire la commissione di reati, il questore ha disposto l'intensificazione dei servizi di controllo del territorio che, nonostante il massiccio impiego di uomini e mezzi a garanzia dell'ordine pubblico, non hanno subito alcuna flessione.

E i numeri confermano le aspettative: nel corso delle giornate di festa, infatti, presso gli uffici della questura sono state presentate pochissime denunce. Si tratta, per lo più, di borseggi, reati di destrezza difficilmente contrastabili nel bel mezzo della ressa, di cui solamente 5 sono stati commessi nel centro storico. Di contro, nello stesso periodo gli uomini della questura di Catania hanno denunciato 26 persone e ne hanno arrestato undici.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.