Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 29 giugno 2016

Pubblicato: 27/01/2016

Venditti riporta la Tortuga in Sicilia

Il 7 maggio il concerto al Palasport di Acireale. E dopo Ramazzotti arrivano anche Baglioni e Morandi

CATANIA - Da fine aprile Antonello Venditti torna live nelle principali città italiane dove ripercorrerà in musica la sua carriera, dai brani dell’ultimo album “Tortuga” fino ai successi del Folkstudio. “Tortuga in paradiso” farà tappa anche in Sicilia, ad Acireale, il 7 maggio.

Il nuovo tour partirà dal Modigliani Forum di Livorno il 30 aprile e proseguirà il 7 maggio al Palasport di Acireale, il 10 maggio al Teatro Team di Bari, il 12 maggio al Carisport di Cesena, il 14 maggio al Pala George di Montichiari (BS), il 20 maggio al Teatro degli Arcimboldi di Milano, il 22 maggio al Modigliani Forum di Livorno e il 24 maggio al Teatro Carlo Felice di Genova.

I biglietti per l’appuntamento di Acireale saranno in vendita nei prossimi giorni su internet agli indirizzi www.ticketone.it, www.ctbox.it e nel circuito di prevendite abituali.

Per Venditti si tratta di un ritorno in Sicilia dopo le due date sold out al Teatro Antico di Taormina e al Teatro di Verdura di Palermo la scorsa estate. 

Lo show di Venditti va a far compagnia a una serie di appuntamenti che vedranno protagonista il Palasport di Acireale. Dopo aver fatto da cornice al sold out di Jovanotti (2 gennaio), il palazzetto sarà l’unica location siciliana a ospitare i tour di Eros Ramazzotti (27 e 28 febbraio), Baglioni-Morandi (10, 11 e 12 marzo) e Marco Mengoni (15 maggio).




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.