Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 04 dicembre 2016

"Un colpo fatale per i nostri produttori agricoli"


CATANIA - "L'invasione di olio di oliva tunisino in regime di esenzione fiscale, nel già saturo mercato comunitario, rappresenta un colpo fatale per i produttori agricoli degli Stati europei meridionali, in particolare per quelli italiani, sia in termini economici che occupazionali". Lo afferma l'eurodeputato Salvo Pogliese (Fi-Ppe) sul voto in Commissione Commercio internazionale del Parlamento europeo.

"Così - sostiene Pogliese - si mette così in difficoltà un comparto, quello oleario, già fortemente in crisi e che negli ultimi anni ha visto precipitare il prezzo dell'olio d'oliva e ha dovuto subire i danni della Xylella che ha decimato gli alberi d'ulivo soprattutto in Puglia. Insieme ad altri colleghi europarlamentari del Ppe - aggiunge - avevamo presentato degli emendamenti, bocciati in Commissione Commercio, per scongiurare l'accesso supplementare, o almeno la riduzione del suo quantitativo, al mercato europeo di queste 70mila tonnellate di olio d'oliva a dazio zero".

"Ora la questione dovrà essere affrontata, come ultimo passaggio prima di divenire ufficiale, in Parlamento europeo nella seduta plenaria del maggio 2016. Anche in quella occasione - annuncia Pogliese - mi opporrò all'aumento dell'import dell'olio tunisino, anche se le speranze che la decisione sia bocciata dal Parlamento Ue sembrano essere davvero poche".

"È comunque paradossale - conclude Pogliese - che a proporre e sostenere la decisione di ampliare le quote d'import dell'olio di oliva tunisino sia stata l'italianissima esponente del Pd Federica Mogherini, che ha mostrato un grande disinteresse per gli effetti disastrosi per l'Italia di questa iniziativa".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.