Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 31 luglio 2016

Pubblicato: 25/01/2016

Arriva dal Brasile lo Zika virus

Nuccio Sciacca / 
Sei casi in Italia, preoccupanti gli effetti sulle donne in gravidanza

Preoccupa la diffusione del virus Zika. Dopo i numerosi casi riscontrati in America latina, ora il ceppo si diffonde anche ad altre latitudini. Addirittura sono sei i casi italiani accertati, che risalgono a diversi mesi fa. Per fortuna i pazienti, dopo aver seguito il trattamento profilattico, sono tornati a casa e stanno bene.

Ormai sono 22 i Paesi sotto osservazione. Tra i nuovi casi accertati, in particolare sono stati registrati a New York, pur se si tratta di pazienti "d'importazione". I tre pazienti osservati, secondo quanto riporta il Dipartimento della Salute dello stato della Grande Mela, erano stati infatti recentemente in aree in cui è già stata riscontrata la presenza del virus.

In ogni caso l'infezione, che ha come vettore la zanzara Aedes Aegypti ma per la quale non si esclude una possibile trasmissione anche per via sessuale vista la sua presenza anche nello sperma di pazienti, rappresenta sempre di più motivo di preoccupazione per le autorità sanitarie.

Non appare quindi immune dalla diffusione del virus l'Europa, anche in questo caso per infezioni importate. Due donne latino-americane che vivono in Spagna hanno manifestato l'infezione e nel Regno Unito sarebbero già tre i casi osservati.

A far paura, per un'infezione da virus che nell'adulto decorre quasi asintomatica, sono soprattutto i rischi in corso di gravidanza. In particolare preoccupa il pericolo di microcefalia infantile, che si manifesta già nei neonati e che ha portato addirittura a chiedere alle donne di evitare possibili gravidanze nei mesi a venire.






Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.