Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 26 maggio 2016

Pubblicato: 04/01/2016

Palermo

Progetto Mystikos negli ospedali, musica e racconti sui migranti

PALERMO - Sonorità, immagini e racconti ispirati al tema dei flussi migratori. Gli ospedali Villa Sofia e Cervello di Palermo saranno teatro, oggi e domani, di Mystikos, progetto fra solidarietà e cultura dell'associazione Formedonda, giunto alla quarta edizione e dedicato alle migrazioni. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con l'ufficio Educazione alla Salute di Villa Sofia-Cervello, nell'ambito del Natale a Palermo 2015 promosso dall'assessorato alla cultura del Comune.

Si parte oggi pomeriggio, alle 18, presso l'Aula Magna 'Maurizio VignolA' dell'ospedale Cervello (ingresso libero) con 'Tempi duri in forma di Post', una performance interattiva fra musica, narrazione e immagini dove si tratteranno i punti di vista critici di chi vive nel nostro paese pacificamente ma viene da luoghi nei quali la violenza è estremamente presente e dura. Il racconto-percorso è affidato a Mario Crispi (fiati etnici e computer), Enzo Rao (violino), Maurizio Curcio (stick bass e computer), Yousef Latif Jaralla (narrazione e scritti poetici), Said Benmsafer (oud), Cinzia Garofalo (video e immagini).

Il secondo appuntamento sarà invece domani, sempre alle 18, nella chiesa San Giuseppe Moscati e San Camillo di Villa Sofia (ingresso libero) con 'SconfinamentI', assolo di strumenti a fiato arcaici, provenienti dai cinque continenti, realizzato e interpretato da Mario Crispi. Il musicista palermitano svilupperà, attraverso le sue composizioni, un itinerario di suoni, atmosfere e colori, affiancato dagli appunti di viaggio del suo essere errante intorno al mondo. Immagini e video sono di Cinzia Garofalo.