Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 26 agosto 2016

Pubblicato: 16/12/2015

A Messina l'ultima notte dei Pooh

Il 18 giugno allo stadio San Filippo il concerto di addio della band, nella formazione a cinque con Riccardo Fogli

MESSINA - Dando seguito alla grande richiesta dei fan, i Pooh annunciano il concerto del 18 giugno allo stadio San Filippo di Messina, per la loro “Reunion - L’ultima notte insieme”, la serie di concerti-evento negli stadi con cui la band festeggerà nel 2016 i cinquant’anni di carriera.

Per la prima volta in una formazione a cinque, Roby Facchinetti, Dodi Battaglia, Red Canzian, Stefano D’Orazio e Riccardo Fogli si preparano ai quattro concerti-evento (doppia data a Milano e poi Roma e Messina) che celebreranno la loro carriera attraverso le note di un repertorio che ha fatto la storia della musica italiana e che sarà riadattato a cinque voci per uno storico live della durata di almeno 3 ore.



Nel 2016, al termine dei festeggiamenti per il “50ennale”, si chiuderà per sempre la storia della band. In 50 anni di carriera i Pooh hanno superato i 100 milioni di dischi venduti, hanno ottenuto un elenco spropositato di premi e riconoscimenti e si sono dimostrati dei veri “pionieri” per le rivoluzioni introdotte nei loro live, i temi trattati nei loro brani, l’uso della tecnologia moderna e la multimedialità.

Ad aprire questa reunion è un’inedita versione di “Pensiero”, il grande successo del 1971, che vede per la prima volta insieme le voci di Roby, Dodi, Red, Stefano e Riccardo, in rotazione radiofonica.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.