Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 novembre 2017

Pubblicato: 02/11/2015

Catania, allerta rosso anche oggi

Maltempo: niente Fiera dei Morti e cimitero. Città sotto l'acqua da sabato pomeriggio e solita devastazione. Il sindaco: "Uscite solo se è necessario"
Acqua alta

CATANIA - Oggi, a causa dell'allerta meteo da doppio codice rosso - sia per il rischio idraulico sia per il rischio idrogeologico -, a Catania sospesa l'attività didattica nelle scuole di ogni ordine e grado, sia pubbliche e sia private, e negli asili nido. Ferma anche l'università. Da sabato pomeriggio la città è flagellata da pioggia violenta e fortissime raffiche di vento.

Rimarranno inoltre chiusi il cimitero, la Fiera dei Morti il Giardino Bellini e gli altri parchi cittadini. Secondo il bollettino diffuso dalla protezione civile sono previste sull'intera Sicilia orientale "precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale con quantitativi cumulati da elevati a molto elevati" con fulmini e venti forti.

Il sindaco Bianco ha anche disposto il divieto di circolazione nel territorio catanese dei mezzi a due ruote. I cittadini catanesi sono dunque invitati alla massima prudenza, a uscire di casa il meno possibile, a non sostare nei piani al di sotto della sede stradale e a utilizzare solo in caso di estrema necessità i mezzi privati e di conseguenza a preferire quelli pubblici.








Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.