Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 02 luglio 2016

Pubblicato: 19/10/2015

A Catania 4 mesi con Chagall

Inaugurata "Love and life" al Castello Ursino. Bianco: "L'abbiamo catturata fino a Sant'Agata"

CATANIA - Marc Chagall aspetta i catanesi. E' stata inaugurata ieri al Castello Ursino la mostra "Love and Life" dedicata a uno dei più grandi pittori del Novecento: 140 opere dalla collezione dell'Israel Museum" ospitate a Catania fino al 14 febbraio 2016. 

"La città punta molto sugli eventi culturali - ha detto ieri per il taglio del nastro il sindaco Enzo Bianco -, e infatti questa mostra di Chagall è il terzo dei grandi eventi che abbiamo organizzato, dopo "Picasso e le sue passioni" e gli "Artisti di Sicilia", che hanno portato al Castello Ursino migliaia di visitatori". 

Bianco ha allargato il raggio: "In questi giorni stiamo preparando al Teatro Bellini un'edizione importante del Rigoletto, mentre si preparano i Puritani ma anche tantissime altre iniziative nei diversi settori della cultura. Possiamo organizzare grandi eventi, vengono attratti migliaia di turisti, il Comune non spende neppure un centesimo e la società che organizza ci garantisce una quota sui guadagni. Insomma, un vantaggio sotto ogni punto di vista e questa mostra rapprsenta un altro segno evidento della rinascita di una città che con la cultura vuole crescere ed aprirsi a nuove frontiere".

Dopo il successo della mostra nella sede romana del Chiostro del Bramante che ha totalizzato oltre 140.000 visitatori, tocca a Catania ospitare disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquerelli. Il percorso racconta la poetica dell'artista ebreo, influenzata dal grande amore per la moglie Bella e dal dolore per la sua morte prematura avvenuta nel 1944, ripercorrendo la sua vita e la sua arte che fu commistione delle maggiori tradizioni occidentali europee, dall'originaria cultura ebraica a quella russa, all'incontro con la pittura francese delle avanguardie.

Orari di apertura al pubblico: da lunedì a sabato dalle 9 alle 19; domenica dalle 9 alle 13. Costo biglietto: 6 euro intero.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.