Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 22 agosto 2017

Pubblicato: 01/10/2015

Arrestato boss, deve scontare 8 anni

Catania. In manette Luigi Emmanuele, esponente del clan Santapaola-Ercolano, per traffico e spaccio di droga

CATANIA - Luigi Emmanuele, di 52 anni, ritenuto dagli investigatori esponente dell'organizzazione Santapaola - Ercolano "gruppo di Lineri" è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Catania perché deve scontare una pena di otto anni di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e spaccio.

Gli agenti della squadra mobile hanno eseguito nei suoi confronti un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Catania. Emmanuele è stato rinchiuso nel carcere di Bicocca.

Luigi Emmanuele era stato arrestato dalla squadra mobile di Catania il 14 gennaio del 2010 nell'ambito dell'operazione "Ouverture". In quella occasione i poliziotti eseguirono tre distinte ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip nei confronti di 84 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanza stupefacente e reati in materia di armi.

Il provvedimento restrittivo nei confronti di Emmanuele fu emesso al termine di indagini condotte nei confronti di una frangia dell'organizzazione Santapaola-Ercolano radicata nella zona di Lineri, frazione di Misterbianco, che avevano consentito di individuare un vasto traffico di stupefacenti. La droga, acquistata da 'cartelli' di Napoli - Secondigliano, i cosiddetti "scissionisti", veniva immessa nel mercato locale, a San Giovanni Galermo e nella zona settentrionale della provincia siracusana (Lentini e Francofonte).

Emmanuele era stato nuovamente arrestato il 30 maggio del 2011 durante una operazione nella quale era stata eseguita una misura cautelare nei confronti di 10 persone ritenute responsabili di associazione mafiosa, estorsioni e reati in materia di armi. L'operazione aveva consentito di disarticolare il gruppo di Lineri.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.