Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 31 agosto 2016

Pubblicato: 04/09/2015

Veleno di vespa anti-cancro

Nuccio Sciacca / 
Agirebbe in maniera selettiva sulle cellule malate lasciando intatte quelle sane

La prossima volta che una vespa ci pungerà ci sarà un aspetto positivo: pensare che quel veleno sarà in grado di eliminare eventuali cellule cancerose. Secondo un gruppo di scienziati sudamericani, infatti, il veleno di vespa potrebbe combattere il cancro. E' la conclusione di uno studio - ancora nella fase preliminare - pubblicato sul 'Biophysical Journal' da un gruppo di ricerca anglo-brasiliano.

L'insetto in questione è la Polybia paulista, una vespa originaria del Brasile. Grazie a una tossina, chiamata MP1 e contenuta nel pungiglione - spiegano gli autori, Joao Ruggiero Netto dell'università del Brasile e Paul Beales dell'ateneo di Leeds - il suo veleno sarebbe in grado non solo di attaccare le prede dell'insetto, ma anche di colpire selettivamente le cellule tumorali presenti nell'organismo, senza arrecare danno a quelle sane.

Questo perché MP1 danneggia le molecole di lipidi distribuite in modo anormale sulla superficie delle cellule malate. In quelle non attaccate dal cancro, invece, i grassi 'bersaglio' si trovano all'interno e quindi non entrano nel mirino di MP1. Per il momento i ricercatori hanno svolto la fase sperimentale sui topi, ma la strada per arrivare all'essere umano è ancora lunga.

Insomma questa prima fase della ricerca aumenta la conoscenza su come il veleno della vespa brasiliana uccide le cellule tumorali in laboratorio. Tuttavia servirà ancora molto lavoro, anche clinico, prima di sapere se i malati di cancro potranno beneficiare di farmaci basati sull'esito di queste ricerche.






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.