Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 25 agosto 2016

Pubblicato: 20/08/2015

Parcheggio rosa al Cannizzaro

Nuccio Sciacca / 
All'ospedale catanese stalli dedicati a gestanti e mamme con neonati

CATANIA - Posti auto riservati a mamme in attesa o con neonati, che devono accedere a servizi ospedalieri: sono gli stalli di sosta, contraddistinti dal colore rosa e da un inconfondibile logo, realizzati nell’ospedale Cannizzaro di Catania. Al momento i posteggi rosa non sono molti, appena otto, di cui cinque nell’area di sosta nei pressi dell’edificio che ospita le Unità Operative di Ostetricia e Ginecologia e di Neonatologia e tre nell’area di sosta di fronte al monoblocco F2 dove si trova la Pediatria.

I posti auto sono contraddistinti dall’immagine della cicogna e del fagotto con un’apposita segnaletica che invita gli automobilisti ad un “gesto di civiltà e cortesia”. I parcheggi rosa non sono infatti normati dal Codice della Strada, come invece quelli riservati agli invalidi: il loro corretto utilizzo, pertanto, dipende anche dalla collaborazione di tutti gli utenti.

 

"Abbiamo voluto dare un segnale di attenzione verso le esigenze di chi è in gravidanza o in compagnia di bambini piccoli – spiega Angelo Pellicanò, direttore generale dell’Azienda Cannizzaro – agevolandone la mobilità all’interno della struttura ospedaliera. Ci affidiamo quindi al senso civico degli altri utenti, affinché possano lasciare gli stalli rosa a disposizione delle donne che ne hanno effettivamente bisogno".

Il servizio è stato attivato dalla Direzione Aziendale nell’ambito piano di miglioramento per l’umanizzazione delle cure, che l’Agenas e l’Agenzia di Valutazione Civica (Cittadinanzattiva) misurano anche attraverso l’“Accessibilità fisica, vivibilità e comfort dei luoghi di cura”, e dunque attraverso la presenza di posti auto posti riservati alle donne in stato di gravidanza.






Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.