Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 23 maggio 2017

Pubblicato: 17/08/2015

La processione e le iniziative


CATANIA - Il 17 agosto si celebra quella che i catanesi chiamano la festa di “Sant’Agata di mezz’agosto”, ovvero della traslazione delle reliquie da Costantinopoli a Catania. Nell’889° anniversario del loro trionfale ritorno in patria, il martedì 17 agosto 1126, nella Cattedrale metropolitana “Sant’Agata vergine e martire” all’altare maggiore della basilica saranno celebrate sante messe proprie della ricorrenza alle 7:30, 9, 10, 11, 12, 13, 15, 16, 17. Alle 8, al suono del campanone di Sant’Agata e delle altre campane del Duomo, accompagnato dallo sparo delle bombe a cannone dal porto (ma i colpi di cannone sono stati annullati, ieri sera, per rispetto dell’arrivo della nave con i corpi dei 49 migranti morti il giorno di ferragosto ndr), il clero canonicale parrocchiale della Cattedrale, guidato dal delegato arcivescovile Barbaro Scionti, aprirà il sacello della cappella delle reliquie della Protomartire concittadina; il prezioso busto reliquiario della Patrona sarà traslato sulla teca-tronetto del presbiterio dell’abside del cappellone maggiore mentre gli altri reliquiari antropomorfi, prelati dallo scrigno delle reliquie, saranno esposti sul lato destro del transetto e offerti alla venerazione dei fedeli davanti all’artistica cancellata della cappella di S. Agata dalle 10 alle 13.30 e dalle 15 alle 17.30, a cura dei diaconi, degli accoliti, dei lettori e degli alunni del Corso “Sant’Euplio” per la formazione al diaconato permanente e ai ministeri.

Il santuario diocesano Sant’Agata al Carcere, la chiesa San Biagio in Sant’Agata alla Fornace (Carcarella), la chiesa primaziale Sant’Agata la Vetere rimarranno aperte dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. Alle 10 mons. Salvatore Genchi, vicario generale dell’Arcidiocesi metropolitana e moderatore della Curia arcivescovile, presiederà la messa solenne. Alle 18.10 la recita del rosario meditato (misteri gaudiosi) sarà animata dal gruppo diocesano di preghiera “Amici del Rosario”. Alle 18.45 l’arcivescovo metropolita in abito liturgico muoverà dall’Arcivescovado accompagnato dal clero cittadino, dagli alunni del Seminario arcivescovile maggiore dei chierici in corteo liturgico per via Vittorio Emanuele e piazza Duomo sino alla basilica Cattedrale dove, alla presenza delle massime autorità civili e militari, presiederà la solenne concelebrazione eucaristica nel ricordo festoso dell’anniversario della Dedicazione- consacrazione del tempio, sui cui pilastri lungo le mura perimetrali saranno accese le 12 lampade commemorative davanti alle 12 croci dedicatorie, simbolo degli apostoli di Cristo.

LA PROCESSIONE. Alle 20.30 inizierà la tradizionale processione con il busto e lo scrigno reliquiari portati a spalla sulle varette dai devoti biancovestiti col sacco penitenziale, membri delle Associazioni agatine cittadine che parteciperanno con i propri presidenti ed assistenti ecclesiastici e i loro gonfaloni-stendardi assieme al clero e ai fedeli. Il sacro corteo preceduto dalla piccola candelora agatina Mons. Salvatore Ventimiglia snoderà per piazza Duomo, Porta Uzeda e via Beato Cardinale Dusmet, dove si trova la monumentale Fontanella della Traslazione; a Villa Pacini-piazza Borsellino-ex Alcalà, saranno accesi spettacolari fuochi d’artificio. La processione proseguirà per via Porticello, dove sarà aperta la grande edicola votiva marinara della Madonna della Sacra Lettera e Sant’Agata, segno dell’antico “gemellaggio agatino” Messina-Catania.

In piazza San Placido la processione sosterà davanti alla chiesa ex monastica benedettina, filiale del Duomo, e sede delle associazioni maschile e femminile “Sant’Agata alla Cattedrale”. Alle 18,30, a piazza San Placido, in un’area riservata, avverrà l’omaggio delle persone diversamente abili curate dall’Associazione di volontariato “Come Ginestre onlus” con l’apporto dei giovani dell’AdV “Orgoglio giovanile onlus” impegnati nel sociale, il cui messaggio quest’anno è “Educhiamo alla diversità... formiamo il nostro futuro”.La processione proseguirà per via Vittorio Emanuele e raggiungerà piazza Duomo per rientrare e sciogliersi in Cattedrale.

LE INIZIATIVE. Dalle 17 alle 21, davanti al sagrato della basilica Collegiata Santa Maria dell’Elemosina in via Etnea, a cura dell’Advs-Fidas, i cittadini potranno donare il proprio sangue in favore delle sorelle e dei fratelli talassemici dell’ospedale Garibaldi centro. Nella Casa del Fercolo, via Etnea 12/A, dalle 9 alle 17 l’Associazione “Sant’Agata nel mondo” organizza l’annullo filatelico dedicato all’evento. Le Terme Achilliane, sotto il lato destro del sagrato della Cattedrale, saranno aperte al pubblico dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17.

Questi gli altri appuntamenti collaterali: nella chiesa della Badia di Sant’Agata, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, alle sarà possibile in via straordinaria visitare la cupola con partenza ogni 30 minuti, contributo 3 euro; dalle 19.30 possibilità d’ammirare lo spettacolo pirotecnico dalla cupola, contributo 5 euro, posti limitati, si consiglia di prenotarsi; contatti: 348-7967711, 338-1441760; badia@ diocesi. catania. it. In chiesa sarà esposta alla pubblica venerazione una delle reliquie della Santa Patrona: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 23. Altra iniziativa l’ “Itinerario agatino: Sant’Aiutuzza”: visite guidate con partenza dal Museo Diocesano alle 9,30 e alle 15,30 e dalla chiesa Sant’Agata la Vetere (stessi orari); visita della Sala del Fercolo e della sala I del Museo, della chiesa della Badia di Sant’Agata, della chiesa Sant’Agata alla Fornace in San Biagio (Carcarella), del santuario Sant’Agata al Carcere, della primaziale la Vetere. Biglietto unico: euro 5 a persona, gratis per ragazzi fino ai 15 anni accompagnati. Info e prenotazione: tel. 095/281635, e-mail: info@museodiocesanocatania. com. Per l’intera giornata, in piazza Stesicoro, esposizione artigianale a cura dell’associazione “Impara l’arte... impara e mettila da parte".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.