Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 23 agosto 2017

Pubblicato: 14/07/2015

Luglio dal caldo record

Arriva l'anticlone africano: previsti nell'Isola picchi di 40 gradi fino alla fine del mese. Lo Savio, direttore di Meteo Sicilia: "SarÓ un'ondata di calore dura a morire"

ROMA - L'anticiclone africano che sta attraversando l'Italia aumenterà la sua potenza già a partire dalle prossime ore, favorendo un costante aumento delle temperature.

"Nei prossimi giorni il caldo sarà decisamente intenso con punte di 36-37gradi, ma da venerdì 17 potrebbe diventare eccezionale con punte di oltre 38-39C da Nord a Sud. Le aree più bollenti saranno Valpadana e tutti i settori interni del Centrosud; canicola parzialmente smorzata lungo le coste grazie alle brezze, ma con afa a farla da padrona. Afa che tornerà a farsi sentire con forza anche nei grandi centri urbani e tra tardo pomeriggio e prima serata", spiegano i meteorologi del centro 3Bmeteo.

"Tra le città più bollenti - prosegue la nota- Torino, Milano, Brescia, Bolzano, Verona, Piacenza, Bologna, Ferrara, Firenze, Grosseto, Terni, Perugia, Roma, Macerata, Sulmona, Foggia, Benevento, Matera, dove entro il 18-19 luglio si potrebbero registrare punte anche vicine ai 38-40C! Caldo molto intenso anche sulle aree interne di Sicilia e Sardegna".

Si tornerà dunque a soffrire durante le ore notturne: "In particolare sulle pianure del Nord e lungo le coste le temperature minime non scenderanno al di sotto dei 24-26C, incrementando - conclude il meteorologo - così il disagio fisico dovuto agli elevati tassi di umidità presenti nell'aria".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.