Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 25 settembre 2016

Pubblicato: 15/06/2015

Esami per un milione di studenti

Settimana di prove scritte per la maturitÓ e di test Invalsi per la terza media. Poi al via agli orali

ROMA - Settimana d'esami, quella che comincia oggi, per circa un milione di studenti. Quasi 500 mila ragazzi che hanno concluso le Superiori dovranno affrontare la Maturità e un numero quasi analogo di quattordicenni dovrà fare i conti con la prova nazionale Invalsi dell'esame di Terza Media.

Per i "grandi" la prima prova scritta dell'esame di Stato, quella di italiano, è in calendario per mercoledì 17 giugno. Il giorno dopo, giovedì 18, si svolgerà la seconda prova scritta e lunedì 22 il terzo scritto, confezionato dalle singole commissioni. Confermate le modalità operative già note, compreso l'utilizzo del plico telematico per l'invio delle tracce e il divieto di utilizzo di cellulari e apparecchiature elettroniche da parte dei candidati, pena l'esclusione dalle prove.

Ai nastri di partenza, quest'anno, 489.962 maturandi (472.000 interni e 17.962 esterni) che faranno da cavia nei primi esami di stato con tutte le novità introdotte nel 2010 dal governo Berlusconi, a partire dai nuovi licei musicali e coreutici. Per effetto della riforma Gelmini sarà la seconda prova scritta a riservare sorprese: le tracce saranno, infatti, più in linea con i diversi indirizzi toccando anche aspetti che potrebbero avere a che fare con la vita quotidiana e situazioni concrete.

Questo aspetto è stato sottolineato dai testi delle simulazioni proposte dal Miur (per la prima volta nella storia degli esami di Maturità) nei mesi scorsi. Queste simulazioni sono state nazionali per il liceo scientifico, mentre quelle degli altri indirizzi sono state pubblicate sul sito del Miur per aiutare gli studenti. Cambiamenti anche al liceo linguistico. La materia di seconda prova per la prima volta quest'anno è stata decisa dal Miur: Lingua straniera 1, quella principale per i singoli indirizzi del liceo linguistico; fino all'anno scorso erano i maturandi a scegliere in che lingua svolgere la loro seconda prova.

I 569.339 ragazzi che stanno affrontando in questi giorni gli esami di Terza media (secondo un calendario stabilito autonomamente dalle singole scuole), sostenendo prove scritte di Italiano, Matematica, Lingue straniere predisposte dalle proprie commissioni d'esame, venerdì 19 entreranno in classe per la prova Invalsi, identica su tutto il territorio nazionale e relativa a Italiano e Matematica. Per rispondere ai quesiti gli alunni avranno a disposizione 75 minuti per ciascuna delle due materie.

Dove possibile, i banchi saranno collocati in linea evitando che due alunni possano sedersi allo stesso banco. Le prove, in ogni caso, sono strutturate in cinque versioni differenti, con le domande uguali per tutti gli studenti ma inserite in ordine diverso. Subito dopo lo svolgimento della prova, le sottocommissioni procederanno alla correzione servendosi di una griglia predisposta ad hoc dall'Invalsi: sarà resa pubblica dalle ore 12 dello stesso giorno.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.