Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 30 settembre 2016

Pubblicato: 28/05/2015

Troppe assenze: incubo bocciatura

Per scongiurare il rischio bisogna aver frequentato almeno tre quarti delle ore di lezione che compongono l'anno scolastico

ROMA - La fine della scuola si avvicina e tanti studenti iniziano a temere la bocciatura per eccesso di assenze. Per scongiurare questo rischio bisogna aver frequentato almeno i tre quarti delle ore di lezione che compongono l'anno scolastico, includendo anche le ore didattiche opzionali che rientrano nel curriculum individuale di ogni studente (ovvero, il cosiddetto monte ore annuale). Ma come calcolarle nel concreto? Lo spiega il portale Skuola.net.

Intanto - ricorda - il limite di ore di assenza a scuola è regolato dall'art. 14, comma 7 del Dpr122/2009 dove si legge: "...ai fini della validità dell'anno scolastico,[...], per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l'esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all'esame finale di ciclo".

Per quanto riguarda le Medie, il numero di ore obbligatorie di lezione complessive per la validazione dell'anno, secondo ordinamento, è 990. Vale a dire che le scuole medie devono organizzare almeno 990 ore di lezione. Dovendo frequentare almeno i tre quarti delle ore di lezione, il numero minimo di ore di frequenza è 743 e, di conseguenza, per non venire bocciati potete fare al massimo 247 ore di assenza. Per capire a quanti giorni corrispondono basta dividere - suggerisce Skuola.net - la cifra per le ore di lezione giornaliere.

Alle Superiori, visto che la scuola deve durare almeno 200 giorni, per non essere bocciati non bisogna superare i 50 giorni di assenza. Si tratta comunque di una semplificazione: giorno più o giorno meno, facendo 50 giorni di assenza generalmente si arriva a mancare a circa 1/4 dell'orario scolastico annuale.

Per un calcolo preciso e per chi ha già fatto molte assenze, il portale consiglia di calcolare il numero di ore di lezione annue (si trovano sul Piano Offerta Formativa della scuola oppure chiedendo in segreteria) e poi, per calcolare il numero di ore massimo di assenza per anno, dividere le ore di lezione annue per 4 ottenendo così il numero da non superare, pena la bocciatura.

È sempre bene comunque controllare a metà anno a che punto si é: basta prendere la pagella di fine quadrimestre: per ogni materia viene indicato il numero di ore di assenza insieme al voto, si fa la somma e si ottiene la situazione a metà anno.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.