Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 23 settembre 2017

Studenti etnei 'intrappolati' a Praga
'Niente aereo, ragazzi impauriti'

Sessantadue alunni e tre insegnanti di un liceo di Mascalucia dovevano rientrare a Catania giovedì, ma il mezzo non c'era. "E l'autista del bus ci ha spaventato". Si muove la Farnesina

CATANIA - Sono bloccati da due giorni a Praga 62 studenti e tre insegnanti del liceo scientifico Concetto Marchesi di Mascalucia, da dove sarebbero dovuti rientrare giovedì con un volo per Catania di una compagnia aerea locale.

Del loro caso si sta occupando la Farnesina attraverso l'ambasciata italiana nella Repubblica Ceca. Il loro rientro dovrebbe avvenire con due autobus che partiranno oggi per Venezia, dove arriveranno intorno alle 2 di notte e poi proseguire per Catania con il volo delle 7.15 della Volotea.

"L'aereo con cui saremmo dovuti ripartire - afferma il professor Claudio Desiserio, che insegna matematica e fisica - prima era dato in ritardo, ma poi abbiamo scoperto che non c'era all'aeroporto di Praga. La notte ci hanno distribuiti in tre hotel. In uno, a circa 70 chilometri da Praga, i ragazzi sono arrivati dopo un viaggio 'travagliato', perché l'autista del bus non parlava né inglese né italiano ed è stato verbalmente minaccioso. Gli studenti si sono impauriti".

"Dobbiamo ringraziare l'agenzia di viaggio e la Farnesina - aggiunge l'insegnante - perché si sono attivati subito e ci stanno seguendo con grande attenzione: dall'ambasciata italiana a Praga ci chiamano ogni mezz'ora per avere aggiornamenti e per sostenerci attivamente. I ragazzi e i loro genitori sono ancora sotto stress, ma quando ricorderanno la loro avventura magari più avanti ci rideranno su...".






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.