Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 23 ottobre 2017

Pubblicato: 29/04/2015

Strisce rosa a Catania

Nascono i parcheggi gratuiti riservati alle donne incinte e alle neo mamme. L'assessore Scialfa: "Un gesto di sensibilità verso l'universo femminile"

CATANIA - "Un gesto di cortesia e sensibilità verso le donne, un'iniziativa fortemente voluta dall'amministrazione e da tutte le parti politiche". Così l'assessore alle Pari opportunità Valentina Scialfa ha presentato nella sala giunta di Palazzo degli Elefanti il progetto degli stalli rosa dedicati alle donne in gravidanza e alle mamme con figli sino a un anno di età.

Al suo fianco, la presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti, il direttore generale dell'Azienda ospedaliera Garibaldi Giorgio Santonocito, il dirigente dell'Asp Catania Francesco Luca, il consulente del Sindaco per le Politiche sanitarie Francesco Santocono.

"Il sindaco Bianco - ha sottolineato Valentina Scialfa - ha voluto che gli stalli fossero gratuiti e realizzati sulle aree di parcheggio non a pagamento. Per il momento sono venti, numero che intendiamo incrementare. Gli stalli sono in tutte e sei le circoscrizioni e vicino a ospedali, Asp e ad alcuni uffici pubblici".

Il pass è riservato alle donne in gravidanza e alle mamme con bambini fino a un anno di età. Il parcheggio rosa è indicato sia da segnaletica orizzontale che verticale, il colore è, appunto, il rosa e nel cartello vi è l'immagine di una cicogna.

Per ottenere il pass le interessate possono fare richiesta all'ufficio Autorizzazioni del Comando della Polizia municipale, in piazza Spedini 5/A.
"La sensibilità dell'Amministrazione comunale - ha detto la presidente Raciti - speriamo incontri la sensibilità di tutti i cittadini catanesi. Sarà un segnale di civiltà non occupare i posti 'rosa' così come quelli dedicati ai disabili".

"Gli stalli, - ha sottolineato Santonocito - che provvederemo a istituire anche all'interno delle aree degli ospedali, si inseriscono in un progetto più ampio di attenzione nei confronti delle donne e di servizi al cittadino, che abbiamo avviato sotto l'egida della Prefettura di Catania sulla base della conferenza permanente e secondo le linee guida dell'organizzazione mondiale della Sanità 2013".

Era presente alla conferenza stampa anche la consigliera comunale Maria Ausilia Mastrandrea che si è detta "lieta che la sua proposta in consiglio comunale sia stata ampiamente condivisa". Sono intervenuti anche, fra gli altri, i consiglieri Daniele Bottino, Nuccio Lombardo e Beatrice Viscuso, i presidenti delle Municipalità cittadine Lorenzo Leone (VI), Salvatore Rapisarda (III), Salvatore Romano (I), la vice presidente della V municipalità Maria Grazia Felicioli, la consigliere di quartiere Laura Sicari, la responsabile dell'ufficio Pari Opportunità Sabina Murabito, e rappresentanti della società civile e dell'associazionismo, tra cui Grazia Giurato, Silvia Monterosso (Soroptimist), Anna Felice (Città felice).




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.