Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 22 agosto 2017

Pubblicato: 19/04/2015

Rattoppi alla zona industriale

Catania. Interventi parziali sul manto stradale dissestato e pericoloso per gli automobilisti. Bianco chiede l'aiuto della Regione

CATANIA - Il Comune di Catania ha portato a termine l'intervento tampone che ha preso l'avvio lunedì scorso su indicazione del sindaco Enzo Bianco per colmare le tante buche che rendevano le strade della Zona industriale un autentico colabrodo.

Una squadra di operai comunali, coordinata dal geometra Rosario Marino degli Interventi speciali, ha colmato con bitume a caldo una cinquantina di grosse buche passandovi sopra il rullo quando erano particolarmente grandi. Sono stati così eliminati i problemi di sicurezza causati dal manto stradale dissestato. "Raccogliendo - ha detto Bianco - la sollecitazione delle aziende della zona industriale abbiamo compiuto quest'intervento che però non può essere risolutivo.

Per questo, di concerto con Confindustria Catania, ho coinvolto l'assessore regionale alle Attività produttive Linda Vancheri e Alfonso Cicero, presidente di quell'Irsap che ha sostituito il consorzio Asi, per dar vita a una riunione coinvolgendo anche altri soggetti interessati, per giungere alla soluzione definitiva di un problema molto sentito dai tanti cittadini catanesi che lavorano nella nostra Zona industriale.

Esiste già un progetto per la riqualificazione delle strade della Zona industriale per oltre due milioni di euro che speriamo possa partire nel più breve tempo possibile".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.