Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 31 agosto 2016

Pubblicato: 20/03/2015

Gli smartphone appiattiscono il cervello

Nuccio Sciacca / 
Telefoni cellulari ancora sotto accusa: ci aiutano troppo e impigriscono la mente

Telefoni cellulari ancora sotto accusa. Stavolta perché ci fanno ragionare sempre meno, infatti i nostri smartphone ci aiutano a trovare rapidamente un numero di telefono, ci forniscono indicazioni rapide, ci consigliano il ristorante migliore, ma una recente ricerca indica che questa convenienza a "portata di dito" ci rende più inclini a pensare di meno.

Lo studio in questione suggerisce che gli utenti di smartphone siano persone che pensano in modo intuitivo, più propense a fidarsi dell’istinto nel prendere decisioni e spesso utilizzano il motore di ricerca del proprio telefono piuttosto che le proprie capacità cerebrali. Gli smartphone, insomma, consentono loro di essere più pigri di quanto sarebbero senza di loro. Queste persone ricercano informazioni che potrebbero di fatto già conoscere o potrebbero apprendere facilmente, ma per le quali non vogliono spendere tempo e pensarci davvero.

Al contrario, i "pensatori analitici" riflettono di più, ed esaminano i problemi in modo più logico: le persone molto intelligenti sono più analitiche e meno intuitive nel risolvere i problemi. Il lavoro di ricerca dopo oltre 10 anni di studio è stato pubblicato su Computers in Human Behavior ed ha rivelato che gli esseri umani sono propensi a evitare di impiegare energie nella risoluzione di problemi e appare probabile che le persone, in futuro, utilizzeranno sempre più i propri smartphone come un’estensione della propria mente, per economizzarne gli sforzi.  

 

 






Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.