Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

Pubblicato: 31/10/2008

Palermo, assolto Riina jr

Confermata in appello la sentenza di primo grado: Giuseppe, il figlio del boss corleonese, era accusato di triplice omicidio. Per lo stesso reato è stato condannato definitivamente all'ergastolo il fratello maggiore Giovanni

PALERMO - I giudici della Corte d'appello per i minorenni hanno confermato l'assoluzione per Giuseppe Salvatore Riina, figlio del boss corleonese dall'accusa di triplice omicidio. Il collegio ha respinto il ricorso del pg. In primo grado era stato assolto.

Riina era accusato di avere partecipato all'organizzazione dell'omicidio di Giuseppe e Giovanna Giammona e del marito di quest'ultima, Francesco Saporito: il primo fu ucciso nel proprio negozio di abbigliamento il 28 gennaio 1995, la sorella fu uccisa col marito dopo un mese, sempre a Corleone. In auto con la coppia c'erano anche i due figli che sono rimasti incolumi.

Riina era difeso dagli avvocati Luca Cianferoni e Malagò. Il processo è stato celebrato di fronte alla corte d'appello per i minorenni perché l'imputato che oggi ha 31 anni all'epoca non era ancora maggiorenne.

Per gli stessi reati è stato condannato definitivamente all'ergastolo Giovanni Riina, figlio maggiore del boss. Giuseppe Salvatore Rina, scarcerato per decorrenza dei termini a febbraio per un altro processo in cui è imputato, ha assistito alla lettura del dispositivo insieme alla madre, Ninetta Bagarella.

La Procura aveva chiesto di condannarlo a 26 anni di reclusione. Il prossimo quattro dicembre la Cassazione deciderà se confermare l'unica condanna, a otto anni, del secondogenito di Totò Riina. Salvuccio Riina è libero, a Corleone, dove ha l'obbligo di firma.




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.