Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 27 maggio 2016

Pubblicato: 27/02/2015

Colesterolo, uno studio assolve le uova

Nuccio Sciacca / 
Secondo un ricercatore americano, l’aumento dipenderebbe per l’80% da fattori ereditari

E se le uova non c’entrassero nulla con l’aumento del colesterolo? Steven Nissen, uno dei principali ricercatori in cardiologia degli Usa, che dirige la Medicina Cardiovascolare alla Cleveland Clinic non ha dubbi: "Le linee guida per l'alimentazione sono sbagliate. Lo sono state per decenni, solo il 20 per cento del colesterolo dipende dalla dieta, il resto viene dai geni".

Nella sua riflessione, che segue la riscrittura delle linee guida per la prevenzione cardiovascolare da parte delle commissioni dietetiche americane, Nissen fa notare come sia stato un errore portare a una quasi totale eliminazione delle uova dall'alimentazione. Anche questo ha portato a un consumo esagerato di zuccheri semplici e carboidrati tra gli americani, con aumento del peso e crescita dei casi di diabete.

E allora, rivalutando le uova, va sempre ricordato che parlare di un solo alimento non è mai corretto, ma occorre considerare la dieta nella sua interezza. Per chi ha il colesterolo elevato, in ogni caso, il consiglio è quello di limitare questo alimento a non più di 2-3 tuorli la settimana.

In questo calcolo ovviamente vanno comprese anche le possibili fonti "nascoste", come quelle presenti nella pasta o nei biscotti. Più in generale, a ogni modo, occorre anche consumare alimenti ricchi in fibre come i cibi integrali oltre a legumi, frutta o verdura, che consentono di limitare l'assorbimento lipidico.

 






Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.