Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 30 luglio 2016

"Vittoria per noi, disfatta per gli Usa"


PALERMO - "Dobbiamo ancora attendere di leggere la sentenza (non ancora pubblicata ma già anticipata alla stampa nelle sue linee generali) per determinare l'entità della vittoria, ma nessuno può dubitare di un fatto: è più che certo che si tratti di una vittoria. Una vittoria degli attivisti e di tutto il movimento No Muos". Lo afferma una nota dei comitati nati contro la costruzione del radar.

"Leggere il testo integrale della sentenza servirà solo a comprendere la misura di questa vittoria, - aggiunge - ossia quanto essa è grande. E l'entità della disfatta americana. E, accanto a quella degli americani, la sconfitta, senz'altro sonora, si estende a tutto l'apparato politico-militare (e affaristico) internazionale".

"Vigiliamo e aspettiamo al varco, perché adesso pretendiamo che emerga autorevolezza fra le cosiddette autorità italiane: - dice - che riescano a imporre agli americani quello che prescriverebbero a qualunque cittadino italiano quando realizza un ecomostro. Abbattere e smantellare la costruzione abusiva".

"È tempo di restituire la sughereta alla libera e pacifica fruizione dei cittadini e della fauna - concludono - fino alla vittoria".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.