Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 novembre 2017

Dipendente del cimitero di Catania
aggredisce due persone col coltello

La reazione provocata dalla protesta per un problema legato alla sepoltura di un congiunto. Il sindaco Bianco: "Sdegnati, immediato licenziamento"

CATANIA - Un dipendente del Comune di Catania stamane nel cimitero del capoluogo etneo ha dapprima insultato e poi aggredito, armato di un coltello da sub, due persone che con un funzionario avevano protestato per un problema legato alla sepoltura di un parente. I due hanno reagito ed hanno bloccato l'uomo. Il dirigente del Cimitero ha chiamato la Polizia, che è subito intervenuta.

L'amministrazione comunale ha fatto sapere che provvederà all'immediato licenziamento del dipendente. "Siamo sdegnati per quest'episodio - ha detto il sindaco Enzo Bianco - e chiediamo scusa ai cittadini aggrediti. Stiamo provvedendo all'immediato licenziamento del dipendente e, come Comune, ci costituiremo parte civile nel processo. Condanniamo fermamente l'episodio e chiunque non rispetti il nostro sistema di valori".

"I cittadini si rivolgono al Comune per avere servizi - ha aggiunto Bianco - ed è inimmaginabile che possano essere insultati o addirittura, come in questo caso, aggrediti con un coltello, rischiare la vita".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.