Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 27 agosto 2016

Caro libri: due classi su cinque superano il tetto di spesa

Indagine di Skuola.net: "Una media del 30%, con qualche picco più elevato al Sud"

ROMA - Per l'anno 2014-2015 sono 2 classi su 5 a superare il tetto di spesa imposto dal governo per quanto riguarda i libri scolastici. E 1 su 10 addirittura non rispetta la legge, superando la soglia del 10% di tolleranza. Emerge da un'indagine svolta dal portale studentesco Skuola.net che fa notare come i dati ottenuti dalla ricerca si allinei con quanto dichiarato dal Miur in merito alle classi che sforano: "In media si tratta del 30% delle classi. Con qualche picco più elevato al Sud".

In termini pratici per le famiglie vuole dire spendere fino a un centinaio di euro in più rispetto a quanto sarebbe pianificato. Da un confronto con lo scorso anno si evince, tuttavia, un miglioramento della situazione: nel 2013, infatti, 1 classe su 2 superava i tetti di spesa, 2 su 5 di oltre il 10%.

"I provvedimenti presi dallo scorso anno nei confronti dei trasgressori e il controllo più capillare e severo direttamente sui dirigenti scolastici hanno evidentemente messo in riga una buona percentuale di scuole" commenta il portale.

"Gli Uffici scolastici regionali, in base ad una applicazione web, possono individuare le classi per le quali è stato superato il tetto di spesa oltre il limite consentito del 10% e chiedere chiarimenti ai dirigenti scolastici che rispondono anche sul piano disciplinare" fanno sapere dal Miur.

Secondo la ricognizione fatta da Skuola.net su un campione di istituti sparsi sul territorio, emerge una scuola a due velocità: il 40% delle classi esaminate si è impegnata a diminuire la spesa libraria delle famiglie rispetto al 2013, ma un ulteriore 40% ha invece scelto la direzione dell'aumento della spesa totale.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.