Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 29 agosto 2016

Scattata la missione di salvataggio privata


LA VALLETTA - E' cominciata, stamane, la prima missione privata di salvataggio per immigrati nel Mediterraneo. Con una imbarcazione di 40 metri chiamata 'Phoenix', l'organizzazione 'Migrant offshore aid station' (Moas) ha iniziato le operazioni di ricerca e soccorso a sud di Malta, con un equipaggio di ex militari e medici.

Finanziata dalla coppia Christopher e Regina Catrambone, entrambi residenti a Malta, la nave 'Phoenix' è dotata di due gommoni militari e due droni con telecamere con tecnologia infrarosse, capaci di individuare barconi con immigrati in difficoltà.

La missione è capitanata dall'ex capo delle forze armate maltesi, il generale Martin Xuereb, che coordinerà le ricerche e i soccorsi seguendo protocolli di intesa con i governi di La Valletta e Roma. "La nostra priorità e quella di salvare vite umane, in particolare i bambini", ha detto Christopher Catambrone parlando alla stampa durante l'inaugurazione della 'Phoenix'. L'operazione costerà circa due milioni di euro.






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.