Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

Pubblicato: 24/07/2014

"Confischiamo le discariche private"

Il governatore Crocetta prospetta un'ipotesi clamorosa per rispondere agli scandali sui rifiuti: "Dobbiamo dare un segnale, studieremo qualcosa sul piano legislativo"

PALERMO - "Stiamo pensando alla requisizione o alla confisca per pubblica utilità delle discariche private. Dobbiamo verificare sul piano legislativo se è possibile e come farlo, ma dobbiamo dare un segnale".

Il governatore della Sicilia Rosario Crocetta, in conferenza stampa a Palermo, ha prospettato una mossa clamorosa come risposta alle inchieste che coinvolgono imprenditori che operano nel settore dei rifiuti in Sicilia e gestiscono discariche.

"Chi ci garantisce cosa va a finire in quelle discariche rispetto a rifiuti pericolosi? Tutto questo sistema va cambiato", ha aggiunto Crocetta. "Costituiremo dei pool specifici nei settore dell'energia e del territorio e ambiente partendo dai personaggi coinvolti nelle indagini. Non possiamo aspettare che sia la magistratura a scoprirli. Ringrazio i magistrati ma dobbiamo cominciare a dedicarci ai controlli su autorizzazioni pregresse. E' una questione di giustizia. Vanno attivate unità di controllo sistematiche, non a spot".






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.