Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 23 agosto 2017

Pubblicato: 25/06/2014

Sull'Etna si contano i danni

Pineta di Nicolosi devastata dalle fiamme, distrutti ettari di vegetazione

CATANIA - Sembra tornata la calma sui Monti Rossi dopo l'incendio che durante tutto il pomeriggio di ieri ha devastato la pineta di Nicolosi. Le squadre hanno operato fino a tarda serata per spegnere le fiamme. Primi sopralluoghi nella zona per comprendere la quantità di danni. Vigili del fuoco anche stamattina al lavoro per domare gli incendi di sterpaglie in tutta la provincia. Interventi dei mezzi antincendio nella zona di Paternò e nella zona tra Gravina di Catania e San Giovanni Galermo e ancora a San Giorgio Sud.

Oggi situazione critica a Palermo, dove due Canadair sono in azione da questa mattina per spegnere le fiamme divampate nella zona di Villagrazia e in via Bronte a Palermo. I due aerei hanno eseguito decine di lanci per cercare di arginare le fiamme, che partite dalla montagna stanno arrivando fino alle villette. Un fronte molto vasto dell'incendio alle spalle del carcere dei Pagliarelli. In questo tratto il rogo è iniziato ieri sera e ancora adesso non è stato spento. Incendi anche in provincia, nei comuni di Misilmeri, Bagheria, Belmonte Mezzagno e Cefalù.

Nella notte diversi gli interventi dei Vigili del fuoco nel Palermitano per gli incendi scoppiati in molte zone della provincia, favoriti dal forte vento di scirocco. Interventi ad Altavilla Milicia, a Bonagia, a Borgo Nuovo, Balestrate, Belmonte Mezzagno, San Martino delle Scale, Lercara Friddi e Falsomiele.

Ieri i roghi hanno provocato l'evacuazione di diverse abitazioni nella zona di via Falconara a Palermo e ucciso alcuni animali ospiti dell'Istituto zooprofilattico del capoluogo siciliano. Sempre ieri il fuoco ha poi devastato un supermarket e un piccolo centro commerciale.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.