Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 26 giugno 2017

Abusi sulla figlia della convivente
arrestato un marocchino a Trapani

L'indagine Ŕ scattata dopo il racconto della bambina, costretta per anni a subire violenza sessuale sotto minaccia di morte

PALERMO - Con l'accusa di violenza sessuale pluriaggravata per aver abusato in modo continuato e per diverso tempo di una minore, figlia della sua convivente, la polizia di Trapani ha arrestato un marocchino, da anni senza permesso di soggiorno. L'uomo si trova ai domiciliari.

L'indagine è scattata dopo il racconto della bambina che ha riferito gli abusi che è stata costretta a subire, per anni, dal compagno della madre, che l'avrebbe anche minacciata di morte se avesse raccontato delle violenze. Gli investigatori hanno arrestato l'uomo dopo aver trovato conferme al racconto della bambina.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.