Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 23 giugno 2017

"Cifre da paura, prime disdette dei turisti"


POZZALLO (RAGUSA) - "Se i numeri continuano ad essere questi la situazione rischia di diventare ingestibile: già abbiamo le prime disdette di turisti e se continua così saremo veramente nei guai": è l'allarme lanciato dal sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, sui riflessi economici dell'emergenza immigrazione sulla stagione balneare del ragusano.

Oggi a Pozzallo splende il sole e le spiagge di sabbia dorate sono prese d'assalto dai siciliani della zona. In giro si vedono pochi migranti, mischiati tra i bagnanti e a passeggio sul lungomare. "Tutti gli immigrati che arrivano - spiega il sindaco - vengono quasi subito trasferiti: gli oltre 400 sbarcati la notte scorsa sono già stati portati via. Attualmente abbiamo 320 persone nel nostro Centro di prima accoglienza e altre 180 sono nella struttura di Comiso".

Il problema, osserva Ammatuna, sono i continui arrivi, con "cifre che generano paura". "La gente che non sa bene cosa accade veramente - osserva il sindaco di Pozzallo - ha timore di venire in una splendida località di mare perché la crede 'invasà da migranti. Non è così, ma le disdette arrivano lo stesso".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.