Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 30 aprile 2017

Pubblicato: 24/05/2014

Europee, il giorno del silenzio

Chiusi i comizi, scatta la pausa di riflessione. Domenica oltre 49 milioni di italiani alle urne, lo spoglio partirà alle 23. In Sicilia si vota anche in 37 Comuni, Caltanissetta è l'unico capoluogo di provincia

PALERMO - A mezzanotte è scattato il silenzio elettorale e si è conclusa la caccia all'ultimo voto. Chiusi i comizi, oggi è giornata di pausa di riflessione. Si insediano oggi, alle ore 16, i seggi elettorali in vista dell'election day di domani per le Europee, le Regionali in Abruzzo e Piemonte e le Comunali in oltre quattromila Comuni. Nei seggi elettorali si procede all'autenticazione delle schede - con l'apposizione della firma dello scrutatore nello spazio sulla facciata esterna - viene aperto il plico contenente il bollo della sezione che viene apposto nello spazio a tergo delle schede.

Concluse tutte le operazioni - compresa la presentazione degli atti di designazione dei rappresentanti delle liste dei candidati al presidente di seggio - quest'ultimo sigilla le urne, le cassette o le scatole con le schede, chiude i plichi con atti, verbali e timbro della sezione e rimanda le operazioni dell'ufficio elettorale alle ore 7 di domenica.

Sono oltre 49 milioni gli italiani chiamati, dalle ore 7 alle ore 23, alle urne, per eleggere i 73 membri del Parlamento europeo spettanti all'Italia. Si voterà inoltre nelle Regioni Abruzzo e Piemonte per nominare i rispettivi presidenti delle Regioni e i Consigli regionali e in 4.086 comuni: 3900, di cui 24 capoluoghi di provincia, nelle Regioni a statuto ordinario; 131 nel Friuli Venezia Giulia; 37 in Sicilia (di cui 1 capoluogo di provincia) e 18 in Sardegna, di cui due capoluoghi di provincia.

I capoluoghi di provincia chiamati ad eleggere il sindaco e il consiglio comunale sono 27: Biella, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Bergamo, Cremona, Pavia, Padova, Ferrara, Forlì-Cesena, Modena, Reggio Emilia, Firenze, Livorno, Prato, Perugia, Terni, Ascoli Piceno, Pesaro e Urbino, Pescara, Teramo, Campobasso, Bari, Foggia, Potenza, Caltanissetta, Sassari, Tortolì. Di questi, cinque sono capoluoghi di regione: Firenze, Potenza, Campobasso, Bari, Perugia. Sono circa 17 milioni gli italiani chiamati a votare per le Regionali e le Comunali.

Lo scrutinio dei voti per il Parlamento europeo inizierà a partire dalle ore 23 di domenica, subito dopo la conclusione delle operazioni di voto e l'accertamento del numero dei votanti. Dove sono previste le elezioni regionali e comunali, lo scrutinio partirà dalle ore 14 di lunedì 26 maggio, dando la precedenza allo spoglio delle schede per le elezioni regionali.

In Sicilia oltre alle Europee si vota in 37 Comuni per il rinnovo delle Amministrazioni comunali. Caltanissetta è l'unico capoluogo di provincia interessato dalle amministrative. Gli altri comuni sono: Termini Imerese, Roccamena, Bagheria, Bompietro, Monreale e Cinisi in provincia di Palermo; Santa Elisabetta, San Biagio Platani, Caltabellotta, Racalmuto e Naro in provincia di Agrigento; Calatafimi-Segesta, Mazara del Vallo, Salaparuta, Salemi in provincia di Trapani; Condrò, San Salvatore di Fitalia, Tortorici, Rometta, Forza d'Agrò, Oliveri, Leni, Mandanici, Mistretta, Brolo, Spadafora in provincia di Messina; Acireale, Zafferana Etnea, Motta Sant'Anastasia, Ragalna, Aci Castello in provincia di Catania; Portopalo di Capo Passero, Pachino in provincia di Siracusa; San Cataldo e Mazzarino in provincia di Caltanissetta; Aidone, in provincia di Enna.







Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.