Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 28 febbraio 2017

Articolo 4 e il peso dell'outsider
Giuffrida: "Sicilia, la mia passione"

Luca Ciliberti / 
La giornalista candidata alle europee: "Mi sono tirata fuori da una campagna elettorale fatta di liti e divisioni, la politica deve ritrovare unità per il bene dei cittadini". L'esito delle urne misurerà le ambizioni del movimento di Leanza

Ultimi fili di voce, al termine di una campagna elettorale che l'ha vista macinare chilometri, incontrare tanti siciliani che hanno avuto "il piacere" di stringerle la mano, perché, come dice lei "ci conosciamo da sempre". Michela Giuffrida si è messa in gioco, si è scommessa nella partita della politica candidandosi nella lista del Pd. In quota Articolo 4, si legge.

Ma in realtà il movimento di Leanza e Sammartino e la giornalista siciliana, dal punto di vista politico, corrono su due binari paralleli che alla fine si incontrano. Da un lato l'ambizione di un gruppo di deputati e amministratori locali, che nel giro di pochi mesi sono diventati tra le forze più importanti all'Ars, di "pesarsi alle urne" anche in vista delle scadenze politiche e amministrative regionali, trasformando il voto in un referendum sull'azione del governo. Dall'altro lato la passione e l'impegno sociale che Michela Giuffrida, ormai da tanti anni, ha fatto della sua professione di giornalista "indipendente". Parlare ai siciliani e interloquire con leader della politica è il suo mestiere. Alle spalle c'è una preparazione fatta di esperienza quotidiana con la cronaca, con i fatti che interessano la Sicilia non solo all'interno dei confini locali.

Il risultato, a poche ore dal silenzio elettorale, è che Articolo 4 e Michela Giuffrida sono entrati ovunque, dai grandi centri ai paesini sperduti nel centro della Sicilia. Una crescita esponenziale che ha ingolosito molti leader del Pd che oggi guardano con interesse alla giornalista ex "outsider", che impensierisce i big avversari e che i bookmaker adesso quotano tra le teste di serie.

L'esito delle urne, poi, sarà un test importante e farà chiarezza sul futuro del movimento di Lino Leanza. A breve, infatti, il gruppo potrebbe avere la forza per strutturarsi in un vero e proprio partito politico autonomo in grado di raccogliere quella parte di moderati che non si riconoscono nei simboli degli altri schieramenti.

Twitter: @LucaCiliberti




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.