Facebook | Twitter | Mobile | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 03 dicembre 2016

Pubblicato: 16/05/2014

Maturità, 300 euro per una tesina

Indagine di Studenti.it: bacheche on line zeppe di offerte, per una mappa concettuale bastano 20 euro

ROMA - Le bacheche online sono zeppe di annunci in cui studenti, laureati e professori di scuola e di università si offrono di dare ripetizioni ai maturandi ma anche di realizzare al posto loro la tesina, il percorso multidisciplinare che dovranno presentare all'orale della maturità. Il prezzo? Per una mappa concettuale bastano 20 euro, mentre si può arrivare a 300 per una tesina realizzata da un docente universitario. 

E' questo il risultato di un'indagine condotta da Studenti.it. Le cifre richieste da diversi inserzionisti contattati dal portale sono assai variabili: a fronte di una docente del Nord che chiede 300 circa per "una tesina completa solo da stampare e consegnare", una professoressa di matematica e fisica del Centro, invece, si offre di svolgere il lavoro per 80.

Un altro inserzionista, stavolta si tratta di un laureato, propone una tesina a 60 ma ne basterebbero 20 per una mappa concettuale. C'è anche chi rifiuta il lavoro perché - scrive - ha già troppe tesine da fare. Sul come pagare la linea è uguale per tutti: il prezzo pattuito va pagato prima "per evitare fregature", scrivono gli inserzionisti. Si passa attraverso Paypal o una ricarica sulla Postepay  - pratico per entrambi, tengono a precisare - ma soprattutto esentasse. Studenti.it anche quest'anno mette a disposizione gratuitamente consigli, spunti e collegamenti per svolgere tesine per qualunque scuola.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.