Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 23 maggio 2017

Pubblicato: 05/04/2014

Vinitaly, boom Sicilia con 170 aziende

Paola Raimondi / 
L'Isola protagonista alla 48esima edizione del salone internazionale del vino in programma a Verona dal 6 al 9 aprile. L'assessore Cartabellotta: "Il Consorzio Doc si faccia interprete delle politiche di promozione"

VERONA - La Sicilia sarà ancora una volta protagonista alla 48esima edizione del Vinitaly, il salone internazionale del vino e dei distillati in programma a Verona dal 6 al 9 aprile. Il vino resta la freccia dell’export alimentare italiano e per la prima volta supera la soglia dei 5 miliardi di euro in valore confermando l’Italia primo esportatore mondiale. Una crescita che non conosce crisi, infatti, dal 2008 l’export aumenta del 37%.

Per la nostra isola parlano i numeri: 170 le aziende vitivinicole presenti per quasi duemila etichette che fanno ben sperare la Doc Sicilia, come spiega Lucio Monte, direttore dell’Irvos, Istituto regionale vini e oli di Sicilia, secondo cui “l’auspicio è quello di poter aumentare la qualità di vino certificato con questo marchio e che il brand Sicilia venga riconosciuto a livello internazionale anche in vista dell’Expo 2015”. Sulla stessa linea l’assessore regionale dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, Dario Cartabellotta: “Il Consorzio Doc Sicilia si faccia interprete attivo delle politiche di promozione dei territori e dei vini siciliani”.

Nel corso della manifestazione veronese verranno presentati importanti progetti sulla valorizzazione del territorio puntando sul connubio tra cultura, turismo ed enogastronomia, perché è solo dall’intreccio di imprenditori, istituzioni, enti locali e operatori della cultura che si può puntare alla crescita dell’Isola.

Ma non ci sarà solo il mondo del vino tra i padiglioni delle Fiera di Verona, anche quest’anno si svolgerà “Sol&Agrifood", la rassegna internazionale dell’agroalimentare di qualità made in Italy, dove la Sicilia sarà presente con 33 aziende olearie pronte a far degustare l’oro verde siciliano, che viaggia spedito verso il riconoscimento dell’Igp “Olio extravergine di oliva di Sicilia”. Sarà, infine, presentato il marchio “Qualità Sicura Sicilia” con l’obiettivo di valorizzare e promuovere i prodotti agricoli e alimentari con un elevato standard qualitativo.

 






Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.